mercoledì 3 maggio 2017

Last Monday - TBCO 27

Ho già collaborato con Lorenzo Ghetti per l'episodio 20 della terza stagione di To Be Continued (e non ho ancora fatto il post! ARGH!) e mi sono divertito come un matto. In fondo se mi si dà la possibilità di disegnare supereroi io sono sempre felice. Questa volta avevo ancora meno limitazioni del solito e mi sono divertito come un matto nel rappresentare uno dei tanti scontri avvenuti nel tragico LAST MONDAY! Quindi ecco il making of dell'illustrazione che trovate nell'episodio 27 della terza stagione di To Be Continued, Last Monday, insieme a quelle di tanti supercolleghi!

Bozza!
Per prima cosa ho pensato alla dinamica dell'azione. All'inizio avevo pensato che la mia illustrazione sarebbe stata disposta vicino a quelle dei miei colleghi e per questo ho deciso di dare alla composizione una forma sferica: in questa maniera ovunque fosse stata posta avrebbe avuto un suo movimento circolare e localizzato. Quindi abbiamo un personaggio più grosso che subisce un attacco avvolgendosi come ad abbracciare l'avversario.

Matite!
Qui sono andato a caratterizzare i personaggi. Dopo aver deciso di rendere il personaggio smilzo un monaco shaolin quello che all'inizio era un gancio alla testa è diventato un colpo di palmo al petto. Il mostro è stato mostro fin da subito... perché era da tanto che non disegnavo UN BEL MOSTRO. Andando ad aumentare la definizione dell'immagine ho ad esempio deciso di rimuovere le gambe del mostro perché rovinavano la composizione curva che volevo mantenere. Inoltre ho deciso di aggiungere un movimento puramente diagonale (il corpo del monaco tra gambe e braccia forma praticamente una X) che attraversa il mostrone da parte a parte facendogli esplodere la spina dorsale (viva la violenza).



Chine!
Studiando autori vari di cui stimo moltissimo il dinamismo ho cercato di inchiostrare i personaggi con linee belle solide e corpose alternate a quelle sottili e fitte per l'esplosione cinetica.

Retini!
Forse la parte in cui mi sono divertito maggiormente. Adoro i retini ma non mi sono mai sentito davvero in grado di usarli. Piano piano (piano piano piano) sto prendendo dimestichezza con Clip Studio Paint e applicare i retini mi è diventato più intuitivo. Già il disegno così mi piace un sacco.

Selezioni!
Vi rendo partecipi che in realtà questa illustrazione è divisa in due parti: quel pazzo di Lorenzo Ghetti voleva infatti che i due personaggi potessero scorrere tra di loro col movimento della pagina. Sarebbe stato MOLTO più semplice se non ci fosse stata questa "struttura a panino" per cui un personaggio avvolge l'altro... Ma le cose semplici sono noiose.



Colori!
Pennellate pesanti! All'inizio volevo fare il mostro verde (secondario) contro lo shaloni giallino (primario). Mentre guardavo l'illustrazione però questo mostro verde e rosso ma non mi convinceva. Come al solito ho preso tutti i colori e mi sono messo a pasticciare con le levette che regolano le tonalità dei colori. D'un tratto è diventato magenta e ciano (come ora)... mi è salita una voglia di basic che se non fosse un po' per la pelle dello shaolin ci sono solo colori primari in questa illustrazione. VERY POP!

Effetti!
Come ho scoperto studiando la mia collega Giorgia Lanza, colorare le chine può dare grandi effetti! Esplosione più esplosiva e macchie di sangue mostruoso ovunque! BA-BOOM!

Spero che questa illustrazione vi piaccia quanto mi sono divertito a realizzarla! Lavorare su progetti così particolari e geniali è sempre una grande soddisfazione e una bella sfida.
Stateme bbene!

Nessun commento:

Posta un commento