domenica 24 novembre 2013

Manf Editor Zombie - Conferenze

Mercoledì sono andato al Circolo dei Lettori, a Torino, per ascoltare la conferenza di Gipi.
Sincero eh: io non ne avevo MAI sentito parlare prima di questa Lucca Comics. Avevo visto la sigla de Le Invasioni Barbariche, avevo sentito che L'Ultimo Terrestre era stato fatto da un fumettista e probabilmente avevo visto o sentito dei suoi lavori… senza collegarli a un personaggio. Proprio per questo mi sono deciso ad andare a questa conferenza per capirci qualcosa in più.
Ho scoperto Gipi. Ho scoperto una persona… nevrotica. Una persona complessa e complessata. Ho scoperto una persona con cui probabilmente è difficile relazionarsi. Ho scoperto un artista.
è un comunicatore fortissimo. Dal suo modo di esprimersi, dai contenuti che enuncia… si rimane affascinati da ciò che dice. E il suo disegno è così caratteristico e vibrante… e a sua volta nevrotico e difficile.
Ho finito da pochissimo (ore) di leggere la sua Unastoria… e… cavolo. Cioè… Io ho un idea piuttosto "brutta" del fumetto. Penso che il fumetto debba intrattenere. Non che non debba far pensare, eh! Sto dicendo che io mi prefiggo come traguardo quello di scrivere una storia (ma effettivamente vale anche per questa pagina di blog) che… dopo essere stata letta si possa accantonare pensando "Oh beh, ho passato un bel quarto d'ora". Cioè, in effetti a me basterebbe che posato l'albo o chiusa la pagina internet una persona non senta l'impulso di farmi del male. Guardate che non è scontato! Presente quando uscite dal cinema e dite "MA PORCA MISERIA E IO CHE CI HO ANCHE SPESO IL BIGLIETTO!". Perfetto, ecco… io penso che proprio il mega top sia stare un passettino più in avanti di questo. Tipo… "Meh. Almeno non ho proprio buttato via i miei soldi."
E si stappa lo spumante.
Ho posato Unastoria sul comodino a fianco al letto… ed effettivamente ero emozionato. Cioè… ha toccato qualcosa dentro. Ammetto che aver sentito la conferenza prima di leggere il volume mi ha aiutato a capire moltissime cose… Ma è effettivamente è un fumetto che sà di arte. Ovviamente Gipi non è l'unico a riuscire a fare questo genere di elaborati e non credo sia il migliore al mondo in quello che fa… Ma è già fantastico. è già potentissimo e per un momento mi sono detto… "Ma che figata sarebbe riuscire a scrivere storie… così? Così potenti? Così coinvolgenti? Così intime? Fumetti che dopo essere stati posati sul comodino bisogna metterci un minuto a scendere dal letto."
Chissà? Ci riuscirò? Se sì questo me lo direte voi.

Poi mi sono perso la conferenza di ZeroCalcare alla Feltrinelli di Porta Nuova… Mavabbeh. Mi è dispiaciuto un po' ma avevo un mare di roba da fare! Tanto sono andati dei miei amici a salutarlo e comunque penso che avrò altre occasioni per incontrarlo… No?

Venerdì sera inoltre ho partecipato alla Sfida a Fumetti organizzata da Switch on Future per l'evento Chiamata alle Arti. è stata una bella sfida! Combattevamo io, Umberto Giordano e… Giulia… Già, mi sono dimenticato il cognome. Soggetto estratto a caso (cosa disegnare), Tema estratto a caso (come disegnare) media di 10 minuti per vignetta… e VIA! Abbiamo tirato su un bello spettacolo. La giuria composta da uno degli organizzatori della serata, una ragazza del pubblico e due professionisti del mestiere (non per niente Manfredi Toraldo e Luca Baino) hanno decretato i vincitori di ogni manche e quindi quelli della serata. Terzo posto: Giulia! Si è aggiudicata alcuni Fumetti Brutti. Secondo posto: Umby! S'è beccato due bottiglie di vinello! Primo posto… IO!!! *ovazione* E mi sono beccato una brush-pen della Pentel! E per i maldicenti e malpensanti che maledicono e malpensano che mi sia aggiudicato la serata invitando Manfredi e Luca a cena da me prima dello spettacolo… ho scartato il Giordano per soli 10 punti! Considerando che ognuno dei quattro giurati poteva esprimere un voto da 50 a 100 punti per un totale di 6 manches… me la sono aggiudicata al pelo!
Mi sembra proprio un bello strumento ed effettivamente un sacco di artisti mi hanno consigliato di comprarla (un ragazzo di deviantArt di cui apprezzo un sacco i lavori, Federica Manfredi, Paolo Armitano) e l'ho vista usare da altrettanti. Potrebbe addirittura consentirmi di fare disegni veloci… Magari di scrivere storie a fumetti molto velocemente… magari sul treno… Magari no. Sono curioso delle potenzialità del mezzo. Vedremo.

Sabato sera invece, con gli amici della Drop That Crew e di Icy Art Studios, ho illustrato le fasi di realizzazione del corto di Esso - L'ultimo fumettista libero: Esso - Draw Hard or Live Action. Ci siamo divertiti molto a sentirci "i professionisti" del momento e il corto continua a collezionare consensi.

Cosa ho disegnato sta settimana? Che io ricordi… Una cosa. Ecco quindi l'immagine di profilo che mi aveva chiesto da un po' Manfredi Toraldo. L'avevo già rappresentato come "Editor Zombie" ma solo come sketch! Ci voleva qualcosa di più… presentabile.

Bozza

Matite definitive:

Chine:

Colori:

Versione definitiva con qualche "effetto speciale" e testo.

La battuta è riferita a un accaduto avvenuto a Lucca Comics di quest'anno ed è appositamente per soli iniziati al culto.

Si è conclusa questa settimana intensa e anche questo post. Ci si becca la settimana prossima regà! Stateme bbene!

lunedì 18 novembre 2013

Sketches - È come camminare sulle tessere di un domino.


Ogni tanto sento come di camminare sulle tessere di un domino. Quando poggio il piede su una tessera… questa sta già cadendo perché colpita da quella precedente e quando quindi salto su quella dopo sono subito costretto a raggiungere la seguente.
Torno da Lucca 2012 dopo aver lavorato al Project Contest pensando "Per un po' mi riposo"… e invece mi ritrovo fiondato nel progetto Esso. Finisco le tavole e mi dico "Bene, ora che ho finito mi faccio la settimana che mi separa da Lucca a fare niente" e invece passo le giornate a contattare Blogger, a spammare pubblicità, a creare contenuti per la pagina Facebook e tutto il resto. Lucca 2013 manco ci ho pensato a riposarmi. Arrivo a casa e ho già organizzato una proiezione del corto al cinema e una conferenza sulla sua realizzazione. E intanto stiamo già pensando a tutte quelle cose che servono per portare avanti l'etichetta ManFont.
È una reazione a catena inarrestabile e che obbliga a rimanere sempre in movimento. Per ora spero semplicemente di non perdere il ritmo e poter continuare ad avere tessere sotto i piedi…

Tanto prima o poi mi riposerò. Lo so. Tutti i domino finiscono… Vero?


Ma se ribattezzassi sto blog tipo "La metafora settimanale del buon Zio Giorgio"? Cioè… cavolo ma saprò dirvi qualcosa anche senza usare sti esempi fittizi, no? … Dalla regia dicono di no. Ohi rigà… Se dicono di no è no.
Bah. Fatemi sapere se preferite "Giorgio Abou Mrad Personal Blog" o quello che ho proposto (o magari consigliatemi idee migliori!).

E li disegni?

 










Questi sono due disegnetti che rappresentano rispettivamente a sinistra Fafnir il drago e a destra Siegfried l'eroe. Durante la lezione di Comunicazione Multimediale ci siamo messi a chiacchierare su come la comunicazione appunto abbia influenzato la politica nella storia. Ovviamente si è dovuto parlare di Wagner. Siamo capitati sul tema "mitologia nordica" e la saga dei Nibelunghi… Quindi eccoci i nostri amichetti divertenti che strappano cuori ai draghi bavosi. Io so come si scrive "Sigfried"… ma Fafnir è un ignorantone e pensa si scriva "Sigrid". Ridiamo della SUA ignoranza.Mi piacciono molto perché ho cercato di sperimentare con essi uno stile molto grezzo e cattivo con un rapidografo di quelli usa e getta da 0.6 (che per i miei standard è un grande pennarello… Pennarello Cinghiale!). Molto divertimento all'università al posto di seguire la lezione…


Afasia. Tipo che vuoi dire qualcosa e non ti esce niente. E… Stai lì che senti che c'hai le parole chiuse nello stomaco e che ti premono sotto la gola ma che spingi e spingi e… niente. Manco respiri. Sei lì e… e niente. E la persona che ti ha davanti che magari è proprio quella che ti ha ammutolito ti guarda e fa tipo "eh beh?". Così. Perché? Boh. Divertiamoci una volta ogni tanto!

A dire il vero sto facendo anche altri disegni ma sono per la pagina facebook di Esso e quindi presto verranno pubblicati ed è meglio vederli lì! Vi ricordo che Esso e Arcana Mater sono finalmente in vendita online (tutte le informazioni le trovate a questo link, ma potete chiederci ulteriori delucidazioni anche tramite le nostre pagina facebook) e che questo sabato, a Bra, durante la manifestazione Chiamata alle Arti, organizzata dai ragazzi di Switch on Future, tutte (e se non tutti buona parte) le persone che hanno contribuito alla realizzazione del video Esso - Draw Hard or Live Action saranno presenti a Palazzo Matis dalle 18:30 per raccontarvi come si realizza un video da premio Oscar come il nostro rimanendo persone modeste e alla mano.

Tanti saluti rigà. Vado a leggermi un altro paio dei fumetti che ormai stazionano sul mio comodino da mesi. Stateme bbene!

lunedì 11 novembre 2013

Dediche - Il Post del Post Lucca

Questo Lucca Comics & Games è stato talmente emozionante e intenso che sinceramente non saprei che raccontarvi.
Vi potrei raccontare dell'andata in macchina, passata a stare dietro al furgoncino giallo contenente tutti i nostri fumetti… talmente carico che se avesse accelerato di un pochetto si sarebbe impennato. Il nostro fermarci agli Autogrill per controllare che le gomme reggessero il viaggio.
Oppure potrei descrivervi l'emozione che si ha a tenere in mano il proprio fumetto e averne per le mani scatoloni pieni. Allestire lo stand. Avere i pass da espositore. Entrare nel padiglione mezz'ora prima dell'apertura per sistemare tutto. Vedere la gente prendere, sfogliare, apprezzare e comprare il tuo lavoro. Sentirti chiamare "autore". Sketchare su centinaia di volumi. Disegnare spalla a spalla con autori di fama internazionale. Stringere più mani in quattro giorni che non in un anno. Far arrivare il proprio lavoro nelle mani di persone che ammiri o a cui ti sei ispirato. Dormire pochissimo. Svegliarti carico come non mai. Avere male alle mani. Essere così gasato da non sentire fame da colazione a sera (fare tipo il Ramadan del fumettaro).
Vedere artisti, sceneggiatori, bloggher e vlogger per quello che sono: delle persone. Persone che fanno colazione al bar sotto casa, che si bevono una birra chiacchierando e che si mangiano fegatelli e polenta  insieme a te come se li conoscessi da una vita.
Riscoprire quanto è bello avere degli Amici. Emozionarsi nelle piccole dimostrazioni di affetto e di stima reciproca.
Ci sono tante cose che vorrei condensare in un post… ma non ci riesco. Vi posso dire che è stata un esperienza meravigliosa. Indimenticabile. Un esperienza che spero di rivivere cento e cento volte. Grazie a tutti ragazzi.


Asciughiamoci le lacrime che ci cola il mascara e sembriamo battone.


A sinistra l'albo di Marcello. Fermatosi al nostro stand incuriosito dalla copertina variant di Roberto Recchioni ci spiega che quel pomeriggio sarebbe andato dal Rrobe a farsi autografare alcuni suoi fumetti. Gli abbiamo consigliato di farsi autografare anche il suo Esso Variant e io gli ho sketchato una battutina su Roberto. La sera Marcello torna allo stand… E troviamo al suo interno una correzione! Perché Roberto è uno che sa stare al gioco. Grazie!

A destra ho fatto la mia dedica a ZeroCalcare. Domenica, io e Luca Baino siamo riusciti a regalare una copia del nostro fumetto al mitico Zero mentre stava finendo di autografare alcune delle sue opere allo stand Bao. Non mi aspettavo un tale entusiasmo da parte sua. "Ne avevo sentito parlare! Mi sarebbe dispiaciuto non passare al vostro stand! Grazie che me l'avete portato". Shock. Ho sorriso come un ebete per più di un ora. Quasi non parlavo più. Grazie Zero!




Questa invece è la foto alla copia che abbiamo regalato all'unico Leo Ortolani. Un'amica del Rat-Man Fan Club ci ha fatto l'enorme favore di recapitargliela e speriamo gli sia piaciuta! Intanto ringrazio Leo se l'ha letta… e tutti gli amici del RMFC che sono sempre dei fighi.

Comunque se pensate che l'avventura di Esso - L'ultimo Fumettista Libero sia finita a Lucca Comics 2013… vi sbagliate DI GROSSO.
Pensate che proprio questa settimana sarà proiettato il corto-prequel Esso - Draw Hard or Live Action… AL CINEMA! Non ci credete? Venite al Cinema Impero Multisala di Bra il 13 Novembre! Vedrete il nostro corto come apertura del film Wolf Children! Partecipate all'evento facebook mi raccomando!


Vi aspetto al cinema mercoledì rigà! Ora scappo a ninna! Stateme bbene come sempre e buona notte!