lunedì 30 dicembre 2013

Buon Natale da Esso / Batman / Robin - Duemila-e-credici

Manco era iniziato il 2013 che già il popolo di internet ci aveva trovato un nomignolo.
Duemila-e-credici.
Doveva stare tipo a "Seh, nnamo bbene!". "Contaci!". Na roba sarcastica.
Invece… improvvisamente, a fine anno… penso che sia stato un appellativo azzeccato. "Credici".
Quest'anno ho creduto tanto. Ho creduto in un progetto ambizioso e alle persone con cui ci ho lavorato. Persone che ho scoperto essere amici… amici come mi ero dimenticato potessero esistere.
Cioè, sì, quest'anno è stato l'anno di Esso! Il mio primo fumetto di una certa mole, tiratura, distribuzione… e in fondo anche di un certo successo! Forse dovrei passare il tempo a dire quanto sia stata dura e soddisfacente quest'anno sotto quell'ottica ma… un po' l'ho già fatto fin troppo (mobbasta!) e un po' non credo sia la cosa più importante. Quest'anno  più che dare tanto in fatica e in ambizione sento di aver dato tanto verso gli altri.
Quest'anno ho creduto in tanti amici, molti dei quali erano inaspettati. Amici che danno talmente tanto senza chiederti nulla che spesso un malpensante come me si sente in imbarazzo. Amici che anche se non li senti da due anni non vedono l'ora di passare un pomeriggio con te. Amici che ti stanno vicini. Amici che si ricordano di farti gli auguri di Natale anche se tu ti dimentichi.
L'anno scorso mi ero detto di rischiare sempre di più. Mi ero reso conto che tutte le volte che avevo tentato fidandomi solo del mio intuito… avevo vinto. Più scommettevo e più guadagnavo. Ora che ci penso sono felice di non aver tradito questa idea. Non solo ho scommesso su progetti ambiziosi dando il meglio di me… ma ho scommesso sulle persone. Sto imparando lentamente ad affidarmi agli altri. Credo che questa mia fiducia nel prossimo stia facendo aumentare anche la fiducia che ho nei miei confronti. La fiducia che ho verso la realizzazione dei miei sogni.
Oddio presto passatemi dell'insulina! Ma sì… è così. Sono felice.
Presente quando muore qualcuno che finché è in vita tutti lo odiano e quando muore improvvisamente "Era una così brava persona… ci mancherà"? Ecco, funziona spesso così anche per gli anni. Un mare di gente dice che un anno è stato bellissimo solo dopo che è passato, che magari una volta al giorno sparava il "Miiii che anno dimmerda!" di rito. Per me non è così. è stato un anno strepitoso. Ohi, c'è stata più di una situazione di crollo, di tristezza, di dolore… ma quest'anno più che mai ho percepito di star correndo sui binari giusti. Di star percorrendo la strada che mi rende felice e fiero di me. Non potrei chiedere di più.
Per il 2014 ho sempre grandi progetti e spero di riuscire a dare il meglio di me senza fermarmi mai.
Ho grandi idee anche per questo Blog! Sul serio! Ho qualche ideuzza che se realizzata potrebbe essere una bella bomba… e potrebbe farvi piacere (forse)! E parlando di Blog… vorrei ringraziare tutti voi che continuate a leggere ciò che scrivo, a guardare i miei disegni, a commentare e a condividere i miei post. Vi sono grato per questo affetto che mi dimostrate. Grazie!

Io vi ringrazio invece con il making of dell'illustrazione natalizia pubblicata la vigilia di natale sulla pagina facebook di Esso - L'Ultimo Fumettista Libero.

Partiamo dal riferimento fotografico! Volevamo rappresentare un "Babbo Esso"… ma potevamo dargli una slitta come mezzo? Ovviamente no. Un tamarro come lui doveva avere come minimo una motoslitta! Visto che non sono un patito di veicoli di alcuna sorta ho preferito affidarmi a un riferimento fotografico per la realizzazione della suddetta.
Ecco il primo sketch! Si possono riconoscere Esso, una signorina interdetta, il Maestro, la motoslitta e alcune pagine di fumetti svolazzanti.

Secondo sketch! Cambio di programma! La ragazzetta l'ho preferita disegnare felice ed esaltata. Già, perché abbiamo visto la settimana scorsa che a Esso piace sottomettere le giovani fanciulle… ma mica a queste non piace! Anzi! Ste sporcaccione si divertono pure! Quindi ho preferito ritrarla sta volta un po' meno sottomessa e un po' più divertita dalla situazione.

Il Maestro non mi piaceva nella composizione. Ovunque lo mettessi mi sembrava stonasse. Ho quindi preferito toglierlo per far posto a un saccone da Babbo Natale.

Ecco quindi le chine definitive! Passo il lavoro alle sapienti mani di Alessandro Alessi Anghini e aspetto comodamente il risultato finale.

Ecco qui il risultato finale!


Vi dò anche un assaggio dell'illustrazione che potrete vedere sia sulla pagina di Esso che su quella della ManFont a capodanno. Un assaggio… gustoso!

Ah, e pensare che fino a poco tempo fa ero anche un disegnatore serio!

Visto che è la fine dell'anno ho deciso di festeggiare: ecco altri due disegnuccoli che ho fatto per puro svago! Soggetto? Il Dinamico Duo!




Bene, ora è proprio ora di riposarsi. Vi ringrazio ancora tutti per aver letto questo post e tutti i post di quest'anno. Ci rivediamo nel 2014 con mille nuove mirabolanti avventure!
Stateme bbene rigà!!!

lunedì 23 dicembre 2013

Buone Feste da Esso - Buon Natale

Scusate il ritardo ragazzoni, ieri non sono riuscito a scrivere il solito post e spero non abbiate pianto troppo la mia mancanza.
Voglio solo augurarvi un buon Natale: divertitevi, mangiate tanto e spero scartiate tonnellate di regali!

Anche Esso vi augura buone feste con l'immagine che abbiamo condiviso da poco sulla nostra pagina! Ve la mostro con il suo relativo making of!

Sketch-bozza.
Serviva ricreare un ambiente natalizio (albero di Natale, camino, calze), Essoso (Esso, Testa di Editor, figura della donna zerbino) e citazionistico (PS4, poster e arredo… già, chi coglie da chi mi sono ispirato per l'arredamento della stanza?).

Sketch Definito.

Sketch con scritte. L'idea della battuta su "Asso" è di Marco Ventura, membro ManFont e sceneggiatore di Norby. Io volevo aggiungerci qualcosa… allora ho pensato ai disegni che il buon Rrobe è solito pubblicare e mi sono lanciato sul bondage!

Chine! Il mio lavoro qui finisce e passa la palla al mitico colorista Alessandro Alessi Anghini!

Ecco quindi il risultato finale con i colori di Ale! La battuta è stata modificata per fare il verso a un disegno pubblicato dal Rrobe in sti giorni. Proprio un bel lavoro, no?

Ora vi lascio con un piccolo regaluccio di Natale: ecco lo sketch del disegno che pubblicheremo il 25 dicembre sulla pagina facebook di Esso! Curiosi?

Passate quindi una buona festa, chiunque voi siate, dovunque voi siate e con chiunque voi siate perché questi giorni sono semplici occasioni per impegnarsi a stare un po' meglio di come si sta di solito.
Quindi, come sempre, stateme bbene!

domenica 15 dicembre 2013

Jinx/Samurai/The Spider King - REVOLUTION!

La rivoluzione! Che bella cosa! Ci si prende d'un tratto tutti insieme e si sovverte lo status quo! Wow! Che figo! Sembra divertentissimo!
E poi ti bloccano i treni. Ti bloccano le entrate alla stazione. I mezzi pubblici ritardano. Stai in ansia per amici che, ignari, si trovano al centro del ciclone al momento sbagliato.
E i social network hanno peggiorato la cosa! Non c'è niente di più figo che condividersi le foto della gente che tira mattoni per dire "ohi, io c'ero!". La tv e i video su You Tube ci danno uno spaccato eterogeneo di manifestanti. Tutti che vogliono lottare per qualcosa, ognuno con la sua bandiera diversa da quella di chi ti sta attorno. E magari questi medium ci hanno fatto credere che tutto il trambusto stava solo nelle grandi città! HAHA! Un sacco di ragazzini della mia città hanno pensato di essere attivi politicamente marinando la scuola urlando e sdraiandosi in mezzo alla strada (mentre avessero tagliato davanti a un cappuccino al bar sarebbero stati degli sfigati).
Con questo post non sto prendendo una posizione da un lato o dall'altro della barricata… soprattutto perché non c'è nessuna barricata. Da sempre siamo immersi in una sconfinata zona grigia. Non ci sono giusti o ingiusti, non ci sono né vincitori né vinti. In questa spessa zona di instabilità tutti possono essere accusati di ipocrisia e ogni manifestazione può perdere di significato, essere affossata o strumentalizzata!
Un sacco di ragazzi urlavano "Qui si fa la storia"… E invece devo dire che venerdì sono andato a Porta Nuova a comprare un pensierino di Natale… ed era un giorno come tutti gli altri. La prova… è che probabilmente, molti di voi che stanno leggendo questo post non pensano più che le manifestazioni del 9 dicembre e seguire siano più di attualità e questo scritto appare già alquanto anacronistico.

Fino  alla settimana scorsa  tutte le volte che avevo sentito parlare di League of Legends era da persone… poco attendibili. Presente quelle proprio infogate che quando parlano tra di loro del videogioco a cui stanno giocando non ci capisci NIENTE? Ecco. Se una di loro ti dice "OH SENTI, MINGHIE OH! LOL è FIGHISSIMO! NO SUL SERIO"… uno può anche rispondere "ehm… ok…". La settimana scorsa invece ho incontrato i miei mitici compagni delle superiori per una cena di classe pre-natalizia. Uno di loro, Kevin, mi ha raccontato un po' il funzionamento di Lol in maniera pacata e oggettiva… e ho scoperto tante cose interessanti! La meccanica di gioco è molto interessante e alcuni personaggi mi hanno proprio colpito. Una più di tutti: JINX! Una sorta di Tank-Girl o di Deadpool femminile: psicotica e piena di armi. Molto accattivante! Talmente accattivante che tornato a casa non ho potuto non farci un' illustrazione a tema! Ecco quindi le fasi di lavorazione!

Concept/Sketch
Sketch/Matite definitive
Chine
Tinte Piatte
Ombreggiature

Illustrazione completa con l'aggiunta di qualche special effect e la dedica a Kevin!

Visto che mi sono anche preso benissimo con il personaggio di VI credo che potrei fare un illustrazione del genere anche con lei per soggetto!

A chi piacciono i samurai? A me un botto! E ora che ho una BrushPen, guadagnata grazie alla Sfida a Fumetti indetta da Switch On Future, non potevo non divertirmi a disegnarli! Ecco quindi una sanzione dal mio blocchetto da disegno del mio Ronin solitario! Il mignolo, nell'impugnatura dell'elsa, è alzato. La posizione è quindi inesatta… ma secondo me fa un sacco un bell'effetto!


Questa illustrazione invece l'ho realizzata per celebrare la raggiunta del goal su KickStarter da parte di The Spider King. Questo stravagante fumetto è scritto da Josh Vann e disegnato dal pazzesco Simone D'Armini. Quest'ultimo mi ha fatto uscire di testa con il suo stile e mi ha convinto a partecipare alla campagna di raccolta fondi (conclusasi egregiamente!). Visto che inoltre un sacco di ragazzi si sono messi a fare magnifiche fan-art al disegno… non me la sentivo di essere da meno! Ecco quindi il clan al completo!

Bene signori, anche oggi vi ho rifornito ben benino dei miei disegni e delle mie opinioni (di cui voi vi riempite avidamente le tasche). Vi lascio alla vostra spericolata nottata e vi auguro un buon lunedì! Stateme bbene!

lunedì 9 dicembre 2013

Sketch Marvel / Vignetta Caffè - Meriti

Ho sempre pensato che, nella vita, ognuno abbia esattamente quello che si merita. Forse dopo un sacco di tempo, forse non come se lo aspetterebbe… ma alla fine ognuno riceve ciò che ha dato. Lo vogliamo chiamare Karma? Possiamo chiamarlo come ci pare!
Certo è una visione piuttosto ottimistica. Magari è una forma mentis che mi hanno educato a tenere fin da piccolo; magari la reputo giusta solo perché fino ad oggi mi è andato tutto fin troppo bene; magari, visto che  il mondo che percepiamo è solo ciò che filtriamo attraverso la nostra coscienza, è naturale che una persona positiva veda, anche nelle piccole cose, avvenimenti positivi! Sinceramente non saprei… ma che importa? La maggior parte delle persone a cui ho sentito dire di essere sfortunate e perseguitate dal mondo erano le stesse che non sapevano godersi nessun bel momento e che per trovare una buona parola su una persona a loro vicina ci mettevano un quarto d'ora… e di solito quella parola era "meh". No, sul serio, fateci caso! Non sto dicendo che se si donano i propri soldi alla mensa dei poveri poi li si riguadagnano alla lotteria. Per esperienza ho visto realizzarsi i sogni solo di persone che hanno dato il massimo per essi, che ci hanno speso sudore e tempo.
Sta settimana si è laureata mia sorella e parecchio alla grande… e beh… lei non si è mai fermata. Non ha mai battuto la fiacca, ha saputo organizzarsi e giorno dopo giorno si sta tutt'ora costruendo un solido futuro. Io gioco alla Play Station, poi scarabocchio, poi studio, poi scarabocchio un altro po' mentre gioco alla Play Station… e vederla in questa sua piccola (enorme) vittoria mi ha ricordato che non basta sfondarsi una sera e consegnare tutto in tempo per riuscire da qualche parte: è necessario darci dentro ogni giorno e non fermarsi mai. Perché se si lavora bene poi si viene ripagati dei propri sforzi. Ognuno ha sempre quello che si merita.

E se uno lavora si merita un caffè. NO! BASTA CAFFè! Questa bevanda calda e fragrante mi sta uccidendo. Appena lo sorseggio sono subito pervaso da un sentimento di amore universale che tutto permea. Adoro il caffè. Adoro che mi svegli, adoro il suo sapore, adoro il suo rito… adoro. Perfetto. Il mio cuore invece no. BUMBUMBUMBUMBUM! Mi innervosisco come una iena e per un quarto d'ora sono inutilizzabile. Non capisco perché ultimamente lo reggo così poco… forse è una sorta di overdose a lungo termine dovuta all'accumulo di caffeina nel mio sangue nel corso del tempo che ho passato al Politecnico! Mah! Comunque ho fatto una piccola vignetta esplicativa per illustrare questo fenomeno di amore e incompatibilità fisica con il dolce caffè.


E ora una brevissima galleria di sketch! Dovevo cercare di esercitarmi nella caratterizzazione dei personaggi (ho la brutta inclinazione a disegnarli tutti uguali) e ho deciso di provare ad ispirarmi ad attori esistenti. A dire il vero più che "ispirarmi"ho letteralmente tracopiato digitalmente alcune loro foto. Come primo esercizio può essere utile (giusto a trovare i tratti caratteristici dell'attore) ma poi va accompagnato da molti sketch fatti o copiando o a mente. Ecco quindi un NightCrawler e un Wade Wilson! Riconoscete gli attori a cui mi sono ispirato?



E anche per questa settimana il mio post l'ho scritto… ora (sempre per la questione dei meriti e dei non meriti) vado a farmi il mio meritato riposo! Grazie mille a tutti ragazzi che continuate a leggere le mie boiate! Stateme bbene!
WebRep
currentVote
noRating
noWeight

lunedì 2 dicembre 2013

Cyborg - Sereno

No, non è sereno. C'è nuvolo. Almeno qui sì! Cielo piatto e bianco e già ieri ha tirato giù quattro fiocchi di neve. Sereno sono io. Non parlo della felicità dirompente di qualche giorno fa o della carica violenta che mi travolgeva. Serenità. Sono a posto. Disegno, studio, esco, dormo, disegno, esco, studio… fighissimo. No, sul serio. Mi sento in pace. Per questo non ho niente da dirvi. No sul serio. Sta settimana niente metafora. Niente… accaduto eclatante. Questa settimana sono solo stato felice. Ho studiato quando dovevo studiare. Ho disegnato quando dovevo disegnare. Sono uscito quando potevo uscire. Sono stato produttivo, ho passato del tempo con dei buoni amici… mi sono rilassato. Niente da aggiungere. Il principio è molto alla Luigi Tenco, no? "Perché scrivi solo cose tristi?" "Perché quando sono felice esco."
Dai che sta volta vi faccio vedere due disegni in più e vi risparmio qualche sega mentale!

Se vi ricordate in un lontano post del febbraio 2013 stavo lavorando a una cosetta per la Motherboard Ink. Non vi ricordate?… Eh beh… in effetti… sono passati tipo… uhm… 9 mesi… sai com'è. Giah… uff… mmh… Diciamo che… beh. Ho rimandato un po' questo progetto. Tipo che per un lungo periodo mi si è scassata la lavagnetta grafica… non potevo andare avanti e… quando l'ho riparata mi sono dimenticato del progetto. Rigà eddai, stavo lavorando a Esso! Avevo altri pensieri per la testa! Come dite? Che ho la professionalità di un bue muschiato?… Già… Sto chiudendo tutti i lavori che avevo in sospeso proprio per lavarmi la coscienza e darmi al fumetto anima e corpo.
Dicevo. Che fine ha fatto quel Cyborg? Ecco qui le sue fasi di lavorazione!

Fase uno: Dallo sketch ai contorni definiti
Dallo sketch per visualizzare la posizione del personaggio si iniziano a delineare gli ingombri dell'armatura. Ultima parte: contorni definitivi.
Fase due: L'ombreggiatura
Ho diviso l'armatura, all'incirca, in due parti: una più "fibrosa", costituita di fasci pseudo-sintetici che prendono la forma di un'anatomia umana, e una dura e puramente meccanica (un'armatura su un'armatura). Poi ho proceduto con le luci e le ombre piatte ricavate tramite semplici selezioni. Ho sfumato questo chiaroscuro fatto con l'accetta fino ad arrivare al robottino completo.
Fase tre: Lo sfondo
Dovevo trovare un bello sfondo "sci-fi" per questo cyborg! Niente di meglio di una città del futuro. Come farla? Con forme messe a casaccio ovviamente! Quindi ecco il passaggio da tanti palazzi ricavati con le selezioni a un fumante e inquietante paesaggio del 3000eppassa.


Fase 4: Mettere assieme
Ho unito sfondo e personaggio cercando di amalgamare un po' i due piani con luci ed effetti… Anche troppi forse! Il committente si immaginava un disegno molto più cupo e non gradiva tutte le luci che avevo aggiunto attorno all'occhio del personaggio.
Fase 5: Lavoro concluso!
Ho denaturato lo sfondo e ho semplificato gli occhi del personaggio. Ecco il malvagerrimo cyborg finalmente concluso!

Bene ragazzi, il post della settimana era questo qui. Poco poco scritto e tanto tanto disegno. Un lavoro in meno sulla coscienza e tanti sulla lista delle cose da fare! Vi aspetto la settimana prossima con qualche altro lavoretto!
Stateme bbene!

domenica 24 novembre 2013

Manf Editor Zombie - Conferenze

Mercoledì sono andato al Circolo dei Lettori, a Torino, per ascoltare la conferenza di Gipi.
Sincero eh: io non ne avevo MAI sentito parlare prima di questa Lucca Comics. Avevo visto la sigla de Le Invasioni Barbariche, avevo sentito che L'Ultimo Terrestre era stato fatto da un fumettista e probabilmente avevo visto o sentito dei suoi lavori… senza collegarli a un personaggio. Proprio per questo mi sono deciso ad andare a questa conferenza per capirci qualcosa in più.
Ho scoperto Gipi. Ho scoperto una persona… nevrotica. Una persona complessa e complessata. Ho scoperto una persona con cui probabilmente è difficile relazionarsi. Ho scoperto un artista.
è un comunicatore fortissimo. Dal suo modo di esprimersi, dai contenuti che enuncia… si rimane affascinati da ciò che dice. E il suo disegno è così caratteristico e vibrante… e a sua volta nevrotico e difficile.
Ho finito da pochissimo (ore) di leggere la sua Unastoria… e… cavolo. Cioè… Io ho un idea piuttosto "brutta" del fumetto. Penso che il fumetto debba intrattenere. Non che non debba far pensare, eh! Sto dicendo che io mi prefiggo come traguardo quello di scrivere una storia (ma effettivamente vale anche per questa pagina di blog) che… dopo essere stata letta si possa accantonare pensando "Oh beh, ho passato un bel quarto d'ora". Cioè, in effetti a me basterebbe che posato l'albo o chiusa la pagina internet una persona non senta l'impulso di farmi del male. Guardate che non è scontato! Presente quando uscite dal cinema e dite "MA PORCA MISERIA E IO CHE CI HO ANCHE SPESO IL BIGLIETTO!". Perfetto, ecco… io penso che proprio il mega top sia stare un passettino più in avanti di questo. Tipo… "Meh. Almeno non ho proprio buttato via i miei soldi."
E si stappa lo spumante.
Ho posato Unastoria sul comodino a fianco al letto… ed effettivamente ero emozionato. Cioè… ha toccato qualcosa dentro. Ammetto che aver sentito la conferenza prima di leggere il volume mi ha aiutato a capire moltissime cose… Ma è effettivamente è un fumetto che sà di arte. Ovviamente Gipi non è l'unico a riuscire a fare questo genere di elaborati e non credo sia il migliore al mondo in quello che fa… Ma è già fantastico. è già potentissimo e per un momento mi sono detto… "Ma che figata sarebbe riuscire a scrivere storie… così? Così potenti? Così coinvolgenti? Così intime? Fumetti che dopo essere stati posati sul comodino bisogna metterci un minuto a scendere dal letto."
Chissà? Ci riuscirò? Se sì questo me lo direte voi.

Poi mi sono perso la conferenza di ZeroCalcare alla Feltrinelli di Porta Nuova… Mavabbeh. Mi è dispiaciuto un po' ma avevo un mare di roba da fare! Tanto sono andati dei miei amici a salutarlo e comunque penso che avrò altre occasioni per incontrarlo… No?

Venerdì sera inoltre ho partecipato alla Sfida a Fumetti organizzata da Switch on Future per l'evento Chiamata alle Arti. è stata una bella sfida! Combattevamo io, Umberto Giordano e… Giulia… Già, mi sono dimenticato il cognome. Soggetto estratto a caso (cosa disegnare), Tema estratto a caso (come disegnare) media di 10 minuti per vignetta… e VIA! Abbiamo tirato su un bello spettacolo. La giuria composta da uno degli organizzatori della serata, una ragazza del pubblico e due professionisti del mestiere (non per niente Manfredi Toraldo e Luca Baino) hanno decretato i vincitori di ogni manche e quindi quelli della serata. Terzo posto: Giulia! Si è aggiudicata alcuni Fumetti Brutti. Secondo posto: Umby! S'è beccato due bottiglie di vinello! Primo posto… IO!!! *ovazione* E mi sono beccato una brush-pen della Pentel! E per i maldicenti e malpensanti che maledicono e malpensano che mi sia aggiudicato la serata invitando Manfredi e Luca a cena da me prima dello spettacolo… ho scartato il Giordano per soli 10 punti! Considerando che ognuno dei quattro giurati poteva esprimere un voto da 50 a 100 punti per un totale di 6 manches… me la sono aggiudicata al pelo!
Mi sembra proprio un bello strumento ed effettivamente un sacco di artisti mi hanno consigliato di comprarla (un ragazzo di deviantArt di cui apprezzo un sacco i lavori, Federica Manfredi, Paolo Armitano) e l'ho vista usare da altrettanti. Potrebbe addirittura consentirmi di fare disegni veloci… Magari di scrivere storie a fumetti molto velocemente… magari sul treno… Magari no. Sono curioso delle potenzialità del mezzo. Vedremo.

Sabato sera invece, con gli amici della Drop That Crew e di Icy Art Studios, ho illustrato le fasi di realizzazione del corto di Esso - L'ultimo fumettista libero: Esso - Draw Hard or Live Action. Ci siamo divertiti molto a sentirci "i professionisti" del momento e il corto continua a collezionare consensi.

Cosa ho disegnato sta settimana? Che io ricordi… Una cosa. Ecco quindi l'immagine di profilo che mi aveva chiesto da un po' Manfredi Toraldo. L'avevo già rappresentato come "Editor Zombie" ma solo come sketch! Ci voleva qualcosa di più… presentabile.

Bozza

Matite definitive:

Chine:

Colori:

Versione definitiva con qualche "effetto speciale" e testo.

La battuta è riferita a un accaduto avvenuto a Lucca Comics di quest'anno ed è appositamente per soli iniziati al culto.

Si è conclusa questa settimana intensa e anche questo post. Ci si becca la settimana prossima regà! Stateme bbene!

lunedì 18 novembre 2013

Sketches - È come camminare sulle tessere di un domino.


Ogni tanto sento come di camminare sulle tessere di un domino. Quando poggio il piede su una tessera… questa sta già cadendo perché colpita da quella precedente e quando quindi salto su quella dopo sono subito costretto a raggiungere la seguente.
Torno da Lucca 2012 dopo aver lavorato al Project Contest pensando "Per un po' mi riposo"… e invece mi ritrovo fiondato nel progetto Esso. Finisco le tavole e mi dico "Bene, ora che ho finito mi faccio la settimana che mi separa da Lucca a fare niente" e invece passo le giornate a contattare Blogger, a spammare pubblicità, a creare contenuti per la pagina Facebook e tutto il resto. Lucca 2013 manco ci ho pensato a riposarmi. Arrivo a casa e ho già organizzato una proiezione del corto al cinema e una conferenza sulla sua realizzazione. E intanto stiamo già pensando a tutte quelle cose che servono per portare avanti l'etichetta ManFont.
È una reazione a catena inarrestabile e che obbliga a rimanere sempre in movimento. Per ora spero semplicemente di non perdere il ritmo e poter continuare ad avere tessere sotto i piedi…

Tanto prima o poi mi riposerò. Lo so. Tutti i domino finiscono… Vero?


Ma se ribattezzassi sto blog tipo "La metafora settimanale del buon Zio Giorgio"? Cioè… cavolo ma saprò dirvi qualcosa anche senza usare sti esempi fittizi, no? … Dalla regia dicono di no. Ohi rigà… Se dicono di no è no.
Bah. Fatemi sapere se preferite "Giorgio Abou Mrad Personal Blog" o quello che ho proposto (o magari consigliatemi idee migliori!).

E li disegni?

 










Questi sono due disegnetti che rappresentano rispettivamente a sinistra Fafnir il drago e a destra Siegfried l'eroe. Durante la lezione di Comunicazione Multimediale ci siamo messi a chiacchierare su come la comunicazione appunto abbia influenzato la politica nella storia. Ovviamente si è dovuto parlare di Wagner. Siamo capitati sul tema "mitologia nordica" e la saga dei Nibelunghi… Quindi eccoci i nostri amichetti divertenti che strappano cuori ai draghi bavosi. Io so come si scrive "Sigfried"… ma Fafnir è un ignorantone e pensa si scriva "Sigrid". Ridiamo della SUA ignoranza.Mi piacciono molto perché ho cercato di sperimentare con essi uno stile molto grezzo e cattivo con un rapidografo di quelli usa e getta da 0.6 (che per i miei standard è un grande pennarello… Pennarello Cinghiale!). Molto divertimento all'università al posto di seguire la lezione…


Afasia. Tipo che vuoi dire qualcosa e non ti esce niente. E… Stai lì che senti che c'hai le parole chiuse nello stomaco e che ti premono sotto la gola ma che spingi e spingi e… niente. Manco respiri. Sei lì e… e niente. E la persona che ti ha davanti che magari è proprio quella che ti ha ammutolito ti guarda e fa tipo "eh beh?". Così. Perché? Boh. Divertiamoci una volta ogni tanto!

A dire il vero sto facendo anche altri disegni ma sono per la pagina facebook di Esso e quindi presto verranno pubblicati ed è meglio vederli lì! Vi ricordo che Esso e Arcana Mater sono finalmente in vendita online (tutte le informazioni le trovate a questo link, ma potete chiederci ulteriori delucidazioni anche tramite le nostre pagina facebook) e che questo sabato, a Bra, durante la manifestazione Chiamata alle Arti, organizzata dai ragazzi di Switch on Future, tutte (e se non tutti buona parte) le persone che hanno contribuito alla realizzazione del video Esso - Draw Hard or Live Action saranno presenti a Palazzo Matis dalle 18:30 per raccontarvi come si realizza un video da premio Oscar come il nostro rimanendo persone modeste e alla mano.

Tanti saluti rigà. Vado a leggermi un altro paio dei fumetti che ormai stazionano sul mio comodino da mesi. Stateme bbene!

lunedì 11 novembre 2013

Dediche - Il Post del Post Lucca

Questo Lucca Comics & Games è stato talmente emozionante e intenso che sinceramente non saprei che raccontarvi.
Vi potrei raccontare dell'andata in macchina, passata a stare dietro al furgoncino giallo contenente tutti i nostri fumetti… talmente carico che se avesse accelerato di un pochetto si sarebbe impennato. Il nostro fermarci agli Autogrill per controllare che le gomme reggessero il viaggio.
Oppure potrei descrivervi l'emozione che si ha a tenere in mano il proprio fumetto e averne per le mani scatoloni pieni. Allestire lo stand. Avere i pass da espositore. Entrare nel padiglione mezz'ora prima dell'apertura per sistemare tutto. Vedere la gente prendere, sfogliare, apprezzare e comprare il tuo lavoro. Sentirti chiamare "autore". Sketchare su centinaia di volumi. Disegnare spalla a spalla con autori di fama internazionale. Stringere più mani in quattro giorni che non in un anno. Far arrivare il proprio lavoro nelle mani di persone che ammiri o a cui ti sei ispirato. Dormire pochissimo. Svegliarti carico come non mai. Avere male alle mani. Essere così gasato da non sentire fame da colazione a sera (fare tipo il Ramadan del fumettaro).
Vedere artisti, sceneggiatori, bloggher e vlogger per quello che sono: delle persone. Persone che fanno colazione al bar sotto casa, che si bevono una birra chiacchierando e che si mangiano fegatelli e polenta  insieme a te come se li conoscessi da una vita.
Riscoprire quanto è bello avere degli Amici. Emozionarsi nelle piccole dimostrazioni di affetto e di stima reciproca.
Ci sono tante cose che vorrei condensare in un post… ma non ci riesco. Vi posso dire che è stata un esperienza meravigliosa. Indimenticabile. Un esperienza che spero di rivivere cento e cento volte. Grazie a tutti ragazzi.


Asciughiamoci le lacrime che ci cola il mascara e sembriamo battone.


A sinistra l'albo di Marcello. Fermatosi al nostro stand incuriosito dalla copertina variant di Roberto Recchioni ci spiega che quel pomeriggio sarebbe andato dal Rrobe a farsi autografare alcuni suoi fumetti. Gli abbiamo consigliato di farsi autografare anche il suo Esso Variant e io gli ho sketchato una battutina su Roberto. La sera Marcello torna allo stand… E troviamo al suo interno una correzione! Perché Roberto è uno che sa stare al gioco. Grazie!

A destra ho fatto la mia dedica a ZeroCalcare. Domenica, io e Luca Baino siamo riusciti a regalare una copia del nostro fumetto al mitico Zero mentre stava finendo di autografare alcune delle sue opere allo stand Bao. Non mi aspettavo un tale entusiasmo da parte sua. "Ne avevo sentito parlare! Mi sarebbe dispiaciuto non passare al vostro stand! Grazie che me l'avete portato". Shock. Ho sorriso come un ebete per più di un ora. Quasi non parlavo più. Grazie Zero!




Questa invece è la foto alla copia che abbiamo regalato all'unico Leo Ortolani. Un'amica del Rat-Man Fan Club ci ha fatto l'enorme favore di recapitargliela e speriamo gli sia piaciuta! Intanto ringrazio Leo se l'ha letta… e tutti gli amici del RMFC che sono sempre dei fighi.

Comunque se pensate che l'avventura di Esso - L'ultimo Fumettista Libero sia finita a Lucca Comics 2013… vi sbagliate DI GROSSO.
Pensate che proprio questa settimana sarà proiettato il corto-prequel Esso - Draw Hard or Live Action… AL CINEMA! Non ci credete? Venite al Cinema Impero Multisala di Bra il 13 Novembre! Vedrete il nostro corto come apertura del film Wolf Children! Partecipate all'evento facebook mi raccomando!


Vi aspetto al cinema mercoledì rigà! Ora scappo a ninna! Stateme bbene come sempre e buona notte!