lunedì 31 dicembre 2012

2012-2013

  Uh... che giornata. Tutta di preparativi, di idee, di ricordi. Domani finisce il 2012. Wow.
  Sinceramente ci avevano montato talmente tanto a sta storia dell'apocalisse che quasi pensare al 2013 mi sembrava strano. Eppure è qui dietro l'angolo. Pronto. Si scalda ai blocchi di partenza. Il 2012 sta concludendo il suo giro di campo e il testimone, come al solito sono io... e voi... e noi tutti.

  Sono andato al Mantova Comics dove ho conosciuto alcuni amici che avevo sentito solo per forum e con cui ora sono molto legato.
  Ho partecipato alla serie di incontri "Il futuro nelle tue mani" di Artz, qui nella mia città, dove ho fatto conoscenze interessanti e ho appreso tanto.
  Ho partecipato per la prima volta a un concorso di fumetto serio, il Premio Pietro Miccia che organizza ogni anno Torino Comics. Non mi sono neppure qualificato nelle prime selezioni... ma avevo finalmente sconfitto la paura per i concorsi.
  Ho dato la maturità con la mia incredibile tesi a fumetti, un lavoro davvero folle visto a posteriori. Ho fatto una gran bella figura e ho concluso un percorso davvero stupendo con i miei professori e i miei mitici compagni di classe.
  Ho scalato una montagna a mani nude. Interamente. Dalla sua base alla sua vetta. è stata un esperienza incredibile e credo di aver realmente compreso le mie capacità.
  Ho aperto questo blog affrontando la mia paura per la digitalizzazione.
  Ho realizzato illustrazioni per il progetto Faith Empire e sono state subito un successo.
  Ho iniziato quel terrificante e elettrizzante viaggio che è il Politecnico.
  Ho partecipato al Lucca Project Contest 2012 dove sono persino arrivato tra i primi 15 classificati in Italia. Sono stato a Lucca Comics per la prima volta nella mia vita. Ho proposto i miei portfoli a case editrici prestigiose che mi hanno saputo apprezzare e mi hanno spronato a dare di più e ho vinto anche un piccolo concorso della Wakom. Ho disegnato in uno stand vero e proprio. Non potete immaginare che sensazione mi abbia dato girare per Lucca Comics con il pass Ospiti.
  Sono entrato a far parte di un progetto insieme a delle persone straordinarie. Un progetto fumettistico che si realizzerà proprio l'anno prossimo. Non posso dirvi di più ma... vi assicuro che è qualcosa di potentissimo.
  Sono entrato nella MotherBoard Ink dove sto prendendo dimistichezza con la grafica e il rapporto artista-committente. Potrei quasi definirmi "disegnatore professionista"... naaah.
  Sono entrato nella DropThatCrew e ho realizzato lo storyboard di un clip video che realizzeremo a breve (molto entusiasta).
  Sono sopravvissuto all'apocalisse.

uuuuh *sospiro*

  Che fatica. Quante cose... Quante! Sembra quasi più un curriculum che un post ma... questo non è un elenco di punti. è un elenco di vittorie. Sono tutte vittorie, dalla prima all'ultima. Sono stati tutti passi in avanti. Questi passi li ho fatti insieme a persone meravigliose che non potrò mai ringraziare abbastanza. E anche tutte le cose che non ho annotato e tutte gli avvenimenti che uniscono gli spazi tra un punto e un "Ho" o un "Sono" sono tutti un progredire. Ed è bellissimo aver sofferto e aver vinto e aver perso e aver riso pianto urlato insieme a persone così grandi. E sono talmente tante e le ringrazierei così tanto che... che non le posso scrivere, taggare o enunciare in una lettera, in un posto o in un discorso. Sono lì e basta. E le voglio tanto bene. A tutte.
  Grazie.

lunedì 24 dicembre 2012

Yeti - Buon Natale

    E ho finito di incartare gli ultimi regali. Mi manca solo un bigliettino da allegare a un pacchetto e sono a posto, pronto a passare una gioiosa festa insieme alle persone a me care. Eggiàh, il vostro Giorgio, sotto la scorza di duro e freddo uomo insensibile è un gran tenerone e adora fare raglini, regalucci, regaletti e soprattutto è un pazzo nel fare pacchi, pacchetti, bustine, fiocchi, nastrini drappi e drappeggi. Mi diverto come un cretino. Mi piace un sacco! Molto Missitaliamente (sì, avete capito, come quando si dice che si vuole la pace nel mondo... quei discorsi) devo dire che mi piace donare qualcosa a qualcuno che mi vuole bene. Per donare parlo anche solo di tempo. Ad esempio sono fermamente convinto che un buon pacco regalo possa valere quanto il suo contenuto: il pacchetto è qualcosa che si butta, che non serve, ed è unicamente finalizzato ad abbellire il regalo per un breve momento... quindi solo una persona che ci vuole davvero tanto bene spende molto tempo nell'impacchettare un regalo. Io sono un mago nel mummificare nello scotch i pacchi e l'effetto spesso non è proprio quello dei film americani... ma ci metto tanto ammorehhh nel prepararli, lo giuro.
    Visto che ultimamente sono stato molto impegnato a impacchettare regali (non è una metafora) ho lavorato un po' pochetto e ho già molta gente che mi chiama al cellulare per minacciarmi di morte e farmi gli auguri di Natale.
    Vi metto giusto un lavoretto per non darvi post vuoti.
      Ecco un piccolo lavoretto a cui sto lavorando con Grippo da mettere sulla pagina della MotherBoard Ink. Volevamo infatti fare un artwork vendibile a chiunque per Natale. Una specie di pensierino. Dopo aver person praticamente le speranze (non avevo proprio ispirazione) ho giocato a un giochino stupido per smartphone: in quel gioco bisogna sfuggire da una valanga scendendo una montagna con degli sci. Personaggi chiave dello spostamento per la montagna sono gli Abominevoli Uomini delle Nevi... E ZAK! Ispirazione. Un bel tema invernale ma gasante: uno Yeti che urla qualcosa. Ho pensato a una scritta un po' writer un po' stile cinese e gliel'ho montata vicino. Potrà essere una copertina di FB o un disegno per una magliette, perchè no? Spero che Grippo lo concluda presto in modo che io riesca a condividervelo presto.
   So che questo post è piccolissimo ma devo proprio andare a nannina che sono distrutto (oggi pomeriggio ho fatto l'ultimo giro di compere, manco una maratona).
    Vi auguro un meraviglioso Natale da trascorrere insieme alle persone a voi più care. Spero riceviate tanti bellissimi regali e di far felici le persone a cui ne farete. Vi auguro di mangiare come maiali ai pranzi di famiglia per poi abbioccarvi davanti all'albero addobbato in preda alla digestione. Tanta felicità in pratica. Statemi bene!

lunedì 17 dicembre 2012

raptoRizing / Nik Cooper Logo - Apocalypse, how?

  Questo sarà il mio ultimo post prima dell'Apocalisse imminente. Questo periodo da blogger è stato per me stupendo e mi avete dato grandi soddisfazioni. Purtroppo, questo venerdì, la Terra finirà per... per... No aspe... No, l'avevo letto da qualche parte eh... Solo un momento...
  Ah. Come si faccia nel 2012 a credere nelle profezie non lo so. Pensare che conosco un bel po' di gente intrippata violentemente con ste robe eh! I massoni, d'accordo con gli alieni, possessori del Santo Graal, cugini dei Templari, che hanno fondato Atlantide per dare lavoro a Giacobbo. Mi chiedo come si riesca... ma sopratutto cosa ce ne possa fregare!
  Mi prendo la libertà di fare un paio di considerazioni:
•Se deve venire l'Apocalisse noi non ci possiamo fare proprio un bel nulla. Anche con largo anticipo. Se è Apocalisse è Apocalisse. Dopo basta. Cioè... anche solo dire "Post-Apocalittico" non ha molto senso. Che c'è dopo l'Apocalisse? Gli scarafaggi? Saranno pure affari degli scarafaggi il futuro Post-Apocalittico, no? Che ce ne fregherà a noi?
•Vivere l'esperienza dell'Apocalisse non dev'essere poi così male. Cioè, senti un sacco di gente che dice di voler morire per cause eclatanti... PIù ECLATANTE DELLA FINE DEL MONDO? Cavolo! Sarebbe stupefacente! Senza contare che ci si toglierebbe il dubbio sul come potrebbe finire il mondo! Vedi il meteorite che disintegra la Terra e fine: muori con un sassolino in meno nella scarpa!
•Se si può predire l'Apocalisse vuol dire che essa fa parte di un piano superiore! Magari divino! Ci pensate? Arriva direttamente Dio sulla Terra e dice "Raghi, mò v'ammazz'attutti", poi prende due vulcan m134 e ci falcia a tutti uno per uno. Bene. Oltre a rimandare al punto precedente (io lo voglio vedere Dio con i vulcan) la questione è... ESISTE UN ALDILà! TADà! Quindi moriamo tutti e andiamo a finire in paradiso o all'inferno e ci passiamo la nostra eternità quantomeno impegnati a fare qualcosa! Che vogliamo di più? Un Lucano? Beh per quelli devi andare all'Inferno perchè solo loro servono alcolici.
  Ora però parliamoci seriamente... io NON POSSO accettare la fine del mondo. Non posso permetterla. Non parlo solo del fatto che ho tanti sogni da realizzare e che ho davvero troppo potenziale inespresso per permettermi di morire e non è solo il terrore nell'idea di vedere i miei cari soffrire. Non parlo di questo.
  Io parlo del fatto che non potrò mai, MAI, ammettere di avere torto davanti a tutti quegli idioti che mi parlavano di puttanate complottiste e di apocalissi imminenti. Non lo farò mai! Io sono uno scienziato! Credo nella Scienza. Chi sparara puttanate a manetta su cose che non conosce ipotizzando leggi fisiche a braccio e diffondendo per vere seghe mentali inconcludenti non si sentirà MAI dire da me "hai ragione". MAI.
  E finalmente interrompo il mio sfogo violento contro i complottisti e i catastrofisti a cui voglio comunque dire di non prendersela per ciò che ho scritto: in fondo vi voglio bene... Non è vero, smettetela di farvi seghe mentali sulle possibilità e cercate di vivervi una vita vera al più presto.

(tutti questi insulti verranno ovviamente rimangiati venerdì sera quando vedrò avvicinarsi Dio e i suoi vulcan)

  Un amico della MotherBoard Ink, nome in codice Grippo, mi ha chiesto di entrare in società con lui e e due suoi amici a fare magliette... pensarci sopra? AHAHAHA!
 Primo lavoro da fare: un velociraptor cazzuto... dj. Sì, dj, lo so, faccio tutti animali dj ultimamente e mi ero ripromesso che l'orso fosse l'ultimo... ma è andata così. Poi sono un fan delle trilogie e dei numeri dispari in generale. Ora ho chiuso il cerchio e AMMOBBASTA. La tigre l'ho fatta matita-inchiostro-colori, l'orso solo matita-inchiostro e il dinosauro solo matita. Servivano infatti solo delle guide da far vettorializzare a Grippo.
  Come tutti i bambini io impazzivo per i dinosauri (del tipo che mi mettevo i camici di mio padre e facevo il dinosaurologo con tutti i libri e le riviste a tema... già) e quindi mi sono divertito come un pazzo. Le zampe, la lingua, i denti, l'occhio... ho cercato di mantenermi quantomeno corretto ma al contempo altamente tamarro. Il bello delle magliette un po' cattive è l'esagerazione dei loro contenuti. Ho quindi fatto una posa bella dinamica e ci ho messo un sacco di squame... Anche troppe. Mi ero fatto prendere talmente tanto la mano che ho messo tonnellate di squame, linee e punti di rottura della palle che, per quanto altamente soddisfacenti, hanno reso il disegno totalmente invettorializzabile! Un piacere per gli occhi ma inutile. Grippo mi si sarebbe morto sul colpo.
  Per questo mi sono messo li e ho fatto una selezione delle linee più importanti e significative del disegno. Da lì è finalmente scaturito il disegno finale della maglietta "raptoRizing" (un giochino di parole che mi era venuto in mente... non so nemmeno se sarà mantenuto... ma a me piaceva... speriamo in bene). Presto sarà vettorializzato, colorato ben benino e stampato su tante belle t-shirt (ancora la società non ha una pagina facebook o un sito... ma presto vi farò sapere e magari riuscirete ad accaparrarvi anche una bella maglietta!).

  Bene e ora (come ormai mi sono abituato a fare) vi posto anche la bozza di un lavoro che concluderò tra poco. Nik Cooper mi ha commissionato il suo nuovo logo. Ci siamo messi e abbiamo buttato giù un bel po' di idee. Modificando qua e la e facendo vari test siamo arrivati al risultato finale che vi posto qui di seguito. è ancora grezzo, ma poi con l'aiuto di Grippo (da quante volte l'ho nominato mo' mi deve dei soldi) sarò in grado di renderlo un bel logo all'altezza del committente.

Anche questa settimana ho postato i miei bei lavoretti settimanali. Vi aspetto a dopo l'apocalisse per il post di Natale! Statemi bene!

domenica 9 dicembre 2012

Dj Bear/Jeffer! - Christmas in progress

  L'odore di mandarino e di abete. Fare l'albero di Natale. Il calendario dell'avvento. Il presepe. Il pensare ai regali da fare. Arriva lentamente il Natale. Mi piace un sacco questo periodo perchè ci associo da sempre momenti bellissimi. Oggi mi sono messo insieme alla mia famiglia a fare l'albero e mi sono sentito profondamente appagato. Spero di invitare presto tanta gente per sbattergli in faccia il mio abetone vero e gigante pieno di addobbi natalizi! "CHI HA L'ALBERO PIù BELLO EH?". La competizione è da sempre un mio punto debole... Comunque abbiamo ancora un paio di domeniche prima di Natale quindi non sto lì a soffermarmi troppo sull'argomento che se vi annoio già ora mi sono giocato la vostra visualizzazione (almeno) fino a Natale.

  Gli sketch precedenti hanno finalmente preso forma nel mio DJ Bear per Nik Cooper. Ne è rimasto entusiasta e sono curioso di vedere come apparirà il mio orsacchiottone dopo i colori e sopra una maglietta! Anche i suoi fan sono rimasti molto soddisfatti: ha ottenuto 100 "Mi piace" in tipo meno di un ora! Forse non è un gran traguardo per i mega artisti ma io mi sento profondamente realizzato.
  Ah, giusto per fare notizia: prima la tigre dj, ora l'orso dj... sembra mi abbiano commissionato un Velociraptor dj. Posso non chiudere la trilogia?... Mmmh...

  Altro lavoro! Sempre par la Motherboard un DJ Italiano mi ha chiesto una mascotte, un personaggetto che lo possa rappresentare nei suoi concerti. Il lavoro è stato piuttosto complicato perché non avevamo un vero punto da cui partire. "Fammi qualcosa di figo"... e uno lavora. Ho quindi fatto un gran numero di prove con cui spero di potervi far assaporare le fasi di lavorazione.

  •Il primo disegno rappresenta la prima idea in assoluto. Volevo una mascotte dinamica, simpatica e casinara che invogliasse a muoversi. Ho aggiunto delle parti "Mecha" oltre che per la mia passione per questo genere anche per ricondurre alla musica elettronica di questo DJ. Il sorriso e l'espressione hanno subito colpito il mio cliente... ma bisognava vedere alternative e decidere.


•Questa è stata un idea un po' malsana che mi è venuta in treno. Avevo pensato a un semplice personaggio con la forma di un parallelepipedo (adoro i quadrilateri) ma sembrava una sorta di panetto di burro. Pensando di aver avuto un idea geniale l'ho reso un tasto di pianoforte (il committente è infatti laureato in questo strumento)... ma la cosa l'ha reso piuttosto sciocco. Gli occhi a "barre del volume" non sono stati sufficienti a rendere la mascotte bella potente come doveva. In compenso la semplicità dell'immagine e la forma delle braccia sono state molto apprezzate... e quindi mantenute.

•Iniziamo a muoverci verso il risultato finale: semplificazione della linea, modifica delle braccia e soprattutto una bella testa fiammeggiante. Le bolle non erano abbastanza interessanti probabilmente... fatto sta che queste fiamme al vento sono diventate il suo punto di forza e tratto distintivo... Il problema ora era trovare una forma per questi concetti.

•Questo disegno mi soddisfa anche distaccato dagli altri. Ho cercato di mettere in pratica alcuni cliché di disegno che apprezzavo tanto da altri illustratori. Un esempio su tutti di questi escamotage (ma quanto francese so?) sono  i piedi a punta: un sacco di disegnatori davvero bravi li fanno così (di solito femminili ma anche solo molto stilizzati) e ho deciso di sperimentare. Dello stesso livello sono gli avambracci molto tozzi e le linee che quasi si cancellano con il movimento. Mi sono divertito parecchio... ma il personaggio era ancora "troppo cartoon" e poco elettronico. Dovevo puntare a qualcosa di più grafico.

•Questa è una pagina del mio blocco appunti. Erano da tenere l'espressione, la testa in fiamme e le braccia... Ma come? Ho buttato giù alcune idee. La 1 un po' dispettosa, la 2 quasi Pacman, la 3 un po' Rayman, la 4 e la 6 a genio della lampada. Ma anche nel disegnarla solo una mi diceva proprio "so na bbella idea, sceji me" ed è la 5. Mi piaceva come le braccia potessero essere senza gomiti ma molto forzute. Ho usato dei canoni nati per dare forza e energia. Molto soddisfacente. Il committente ha infatti scelto quella versione e mi sono subito messo a lavorare a una versione a colori.

•Ecco la conversione del "Numero 5" in una sorta di 3 D e con un po' di colore. Volevo dare dinamicità al personaggio riprendendolo dal basso (se ho imparato qualcosa dalle lezioni di Sceneggiatura tenute da Manfredi Toraldo alla Scuola di Fumetto e Illustrazione di Bra è stata che a meno che non sia più che sensato farlo non bisogna mai disegnare personaggi in primo piano perfetto o in profilo perfetto perchè appiattiscono terribilmente l'immagine) ma ciò ha portato a una variazione dell'espressione (da più aggressiva a una più giocherellona). Il cambio di espressione e anche la "troppa tridimensionalità" mi hanno portato a rifare il disegno daccapo... Ma per l'ultima volta.

•Ed ecco il risultato finale. Un colpo di genio (beh... non esageriamo) mi ha portato a sperimentare un doppio colore. L'elettronica pesante (tipo dubstep e robe simili ma non ne so abbastanza per permettermi di sparare nomi) è molto legata al colore viola-magenta e mi dispiaceva dover spostare il personaggio sul rosso (come voleva il committente). Rendendo le fiamme del personaggio azzurrine, come ad altissima temperatura, ho spostato il bilancio generale del colore verso il blu, "fucsiando" il tutto. Inoltre è diventato un simbolo che in pratica conta 3 colori (magenta, azzurro e bianco) e ha dei tratti molto semplici e caratteristici. Il dj è rimasto davvero galvanizzato e io sono molto soddisfatto di questo lavoro. Presto spero di sentire il suo nome e magari voi riconoscere la sua mascotte.





  Bene bene bene, anche questa domenica vi ho postato un po' di roba dei miei lavori della Motherboard. Potrei finire qua... Ma credo che vi farò vedere ancora un disegno (altrimenti mi dimentico la settimana prossima).
  Un mio amico fa parte della redazione del Giornalino di Istituto distribuito nei 3 grandi licei della mia città. Si era gasato un sacco dei miei disegni e mi aveva chiesto se potevo fargli un disegno appositamente per lui. Non avevo sinceramente molte idee... ma visto che disegno personaggi iperenergetici-supereroistici-shonen ho pensato di fare una versione un po' "action" dei 3 licei, traimte delle allegorie. Ho fatto un Liceo Scientifico molto casinaro e fantascientifico-supereroistico, un Classico combattente e valoroso e un Linguistico attivo e dinamico. Li avevo fatti così anche seguendo un po' il funzionamento dei team nei fumetti di massa: il bisonte da danno massivo corpo a corpo, il figoesperto di armi specializzato nei colpi a distanza e il tipo sveglio che ci sa fare con la tecnologia e la pianificazione. Mi sembrava una cosa molto divertente e simpatica... finchè non l'ha vista mia sorella. Una storia unica. "AAAAH!!! COSì!!! TU VEDI GLI STUDENTI DEI LICEI COME STEREOTIPATI! HAI FATTO IL CLASSICO TUTTO SCAZZATO! HAI FATTO IL LINGUISTICO CON DU TETTAZZE COSì!!! MA NO!!! MA SI SENTIRANNO PRESI IN GIRO!!! COME PUOI???"... Mah. In fondo io non ci sono andato in quei Licei mentre mia sorella sì e forse sa meglio di me come ragionano. Io mi sarei divertito parecchio nel vedermi rispecchiato in un avatar cazzuto. Ho provato a detettizzare un po' l'avatar del Linguistico e a cambiare l'espressione del Classico... ma non ce l'ho fatta. Ho dato un altro disegno a quel mio amico e ho evitato possibili momenti poco divertenti. E pensare che mi ero impegnato tanto nell'utilizzare uno stile molto sintetico e delle ombreggiature grezze e artistiche! Evabbeh...
  Vi lascio quindi con un disegno adesso godibile da chiunque, dello Scientifico, del Linguistico, del Classico, del Tecnologico, dell'Artistico, dei CFP e di qualsiasi essere umano... solo come disegno. Spero vi piaccia! A domenica prossima!


lunedì 3 dicembre 2012

Sketch Sir-Bear/Avatar R3v - Work in progress!

   Oggi sono bello stanco: in questo week-end ho mangiato come un piccolo bufalo obeso e la cosa mi porta a percepire un continuo sentimento di abbiocco. Inoltre domani ricomincia la metà della settimana dedicata allo studio e quindi se fossi una brava persona sarei andato a dormire due ore fa. Perciò vi posto giusto due cosette per non farmi azzannare alla giugulare da voi affamati naviganti dell'etere.
  Dovete sapere che questa settimana ho disegnato molto di più di un piccolo Yogi appassionato di Dubstep ma tutti questi progetti sono altamente Top Secret e se ve li facessi vedere poi sarei costretto a resettarvi la memoria con l'apparecchietto sparaflesh di MiB.
  Questo orsetto coccolone molto orsetto e poco coccolone è stato fatto per una t-shirt per un artista che si era molto entusiasmato per il disegno della Tigre DJ dello scorso post. Poiché i tratti distintivi di questo artista sono le caratteristiche da "sir" (il monocolo e i baffi) mi ha chiesto di aggiungerli al suo animale da musica... ed ecco qui il nostro Dubby Bear molto galante.
  Giusto per non chiudere questo post in due immagini di sketch a matita (presto inchiostrerò e quindi concluderò questo lavoro) ho deciso di allegare un lavoretto un po' più vecchiotto fatto a un mio amico DJ per la copertina del suo diario FaceBook. Avevo da poco seguito delle lezioni di Davide Furnò e mi ero preso bene con la violenza nelle texture e nei colori. Un mio amico, su soundcloud R3v . si era preso benissimo a fare Dubstep e mi aveva linkato alcuni suoi lavori. è più piccolo di me e mi sono ispirarlo nel vederlo così preso dalla musica. Sia per sperimentare le nuove tecniche che per invogliarlo ad andare avanti con l'elettronica gli ho fatto questa illustrazione. Il risultato è parecchio grezzo ma devo ammettere che vederlo mi soddisfa ancora. Rappresenta un po' il tipo di shock che ti da ascoltare questo genere di musica e in fondo è grezzo quanto le tracce di questo ragazzaccio... Ma stiamo migliorando entrambi per fortuna!
  E con questo particolare messaggio di speranza nel domani per tutti i futuri Skrillex io mi vado a rintanare sotto le copertine calde del mio lettuccio ad apprendere da Enrique Breccia come si compone una tavola nel suo (fighissimo) volume "Le Sentinelle".
  Spero che la prossima settimana vi riesca a fare un post un po' più sostanzioso!


  Per chi non si è dimenticato la versione topless della mia donnina swagga eccola quaggiù...

domenica 25 novembre 2012

DJ Tiger and Swagga Lady - DROP!

  Sto lavorando... Sto guadagnando soldi con i miei disegni... I miei disegni sono richiesti da persone che non mi conoscono... E li apprezzano pure! Forse mi sto davvero avvicinando all'essere un professionista *w*
  Sinceramente sono ancora bello stanco dalla serata di ieri sera organizzata dalla DropThat Crew quindi non scriverò parecchio. Colgo comunque l'occasione per dire che è stato un gran bel party. Ho ballato come un cretino, mi sono aggiudicato la strafigherrima T-Shirt dell DropThat Crew, ho finalmente visto in faccia quel pazzo di Eclypso (gasa sto ragazzetto, ma gasa proprio) e ho assistito a come fa dj Memro, il mega ospite della serata. Ah... Memro... Un ragazzetto pure lui... NA BBESTIA! FA PAURA CavolO! MA COME CavolO FA? è PAZZO COME UN CAVALLO QUELLO!
  Ok... torniamo a noi.
  Nell'ultimo post vi avevo presentato delle matite in preview del mio primo lavoretto per la MotherBoard Ink... e ora che è concluso ve lo mostro nella sua versione finale e le sue fasi di lavorazione!

  In ordine sono: lo sketch, le matite definitive, le chine e in fine il prodotto finale. Questa illustrazione andrà a far parte di un logo... ma si tratta di grafica e effetti che io non so gestire e di cui se ne occuperà un mio valido collega della MotherBoard.
  Ma i prodotti non finiscono qui! Ho infatti da poco finito anche un gran pezzo di donnicuola per un party dubstep in stile Swagga! Purtroppo a me piacciono le ragazze con dei bei fianchi e questa non poteva essere da meno!


  Questa illustrazione è stata svolta interamente in digitale, quindi vi propongo lo sketch preparatore che mi ha dato l'ok per proseguire con l'elaborazione. All'inizio la nostra Swagga lady aveva anche una bella borsetta... che poi ho tolto (va bene esagerare però no!). Immagino che le visualizzazioni di questo post salirebbero alle stelle se pubblicassi anche la versione senza top della mia Swagga... ma invece no! Sono immagini non molto adatte ai bambini! Non pensiate che disegni seni per puro sport: servirà per un particolare effetto che un mio amico grafico vuole applicare alla mia tenera donnicciuola. Oh beh!
  Adesso la MotherBoard è un po' ferma perchè tutto lo staff ha un sacco di roba da sbrigare prima di potersi prendere altri impegni... ma sono sicuro che anche per me la settimana prossima sarà di sano e duro lavoro.
  E l'esame di inglese di avvicina e oggi ho avuto l'ulteriore conferma della mia totale incapacità di coniugare i verbi inglesi (non che con quelli italiani sia messo meglio).
  Aaaah!!! Forza e coraggio. Vi saluto e vi do appuntamento alla settimana prossima... Magari con una donnetta mezzanuda! Non perdetevela!

domenica 18 novembre 2012

Superheroes Trainig Camp - Affari

  E anche questa settimana siamo arrivati a domenica sera. Sembra incredibile ma non mi sono abituato ancora perfettamente alla tempistica universi-fumettistic-osa e confondo il sabato con la domenica. Quando arriva la vera domenica rimango spiazzato.
  Altra settimana fumettisticamente molto produttiva (avete notato che non ho ancora detto "universitariamente produttiva" in tutti questi post? Un caso? Oh nonono).
  Una delle due case editrici a cui mi sono proposto a Lucca mi ha ricontattato per fare delle prove per delle copertine di un loro progetto. Non sto subito lì a dire chi sono perché essendo tutto un forse mi sembra sciocco iniziare a dare informazioni su una cosa così incerta. Comunque sono felice di aver avuto un feedback, è sempre un piacere.
  L'altro progetto fumettistico davvero figo è alle "pre-fasi-pre-iniziali" quindi anche lì non sto a dire a che punto sono.
  Un bel prodotto concreto invece fa da cornicetta a questo post e sono quei gran pezzi di sfigati di supereroi che ho disegnato. La Drop That Crew è un gruppo di amici delle mie parti davvero ganzi che fanno talmente tanta roba da non consentirmi di descriverla in due parole. Questo bel gruppo di gente stava organizzando una bella festa con tema i supereroi. Conoscendo il mio talento nel disegno e la mia passione per gli ometti in calzamaglia mi hanno chiesto subito una collaborazione.
  Dopo un paio di peripezie sul come farle e quando farle (ero stato contattato poco prima della mia partenza per Lucca) sono riuscito a completare il quartetto di sfigatissimi supereroi per la festa "Superheroes Training Camp" che si terrà questo sabato.
  La Drop That è rimasta molto soddisfatta delle mie illustrazioni e infatti ora figurano su un sacco di volantini (come quello che che vi ho messo nel post, così se vi va venite anche a passarvi una bella serata XP ). Questo gruppo è molto legato alla MotherBoard Ink (un associazione di grafici sempre delle mie parti legata particolarmente al mondo della musica) e avendo visto che ci sapevo fare mi hanno proposto di fare un disegno per una delle loro commissioni. Caso vuole che nel loro staff mancasse un illustratore. Tecnica vuole che il mio disegno gli sia piaciuto tanto. Risultato? Faccio ufficialmente parte della MotherBoard Ink con il ruolo di addetto ai disegni. La cosa mi gasa parecchio. Commissioni, lavoretti, esercizio, stimoli, contatti. Sano cibo per il mio stomaco.
  Sempre più impegni quindi, sempre più affari, sempre più movimenti nella folle scalata. A volte penso che visto dall'esterno questo mio apparente free climbing sembri una sciocchezza ma, forse per la velocità del passaggio dall'essere un disegnatore di diari all'essere un disegnatore "semiprofessionista", io mi sento in un vortice. Ho quasi le vertigini. Un potere incontrollabile... Come si può frequentare l'università con così tanta energia dentro? Eh, ce la si può fare. Anzi! Sempre più impegno nello splittare la settimana in 3 giorni da poli, 3 giorni da artist e un giorno di coma conseguente. E nei piccoli intervalli tra una cosa e l'altra? Voi ovviamente e il mio impegno a postarvi sempre disegni migliori per farvi passare dei piacevoli minuti in mia compagnia ^^ State sintonizzati, nuovi disegni in arrivo!

domenica 11 novembre 2012

Lucca Comics & Games 2012 - Provarci

  "Ma sei bravo! Perché non partecipi a un concorso di fumetto?"
  "No... no... non sono ancora pronto... non voglio proporre un lavoro di cui non vado fiero."
  "Ah... e questo quando succederà?"
  "Beh... presto! Mi eserciterò tanto e poi, quando sarò pronto, ci proverò. No?"
  "Ah... ok."

  Un classico. Davvero. Sembra naturale che nel fumetto (ma come un po' in qualsiasi cosa) ci sia un momento che arriva all'improvviso in cui si è PRONTI. Del tipo ti svegli nel cuore della notte e ti si palesa davanti la forma astrale di Scott McCloud a posarti una mano sulla fronte e dirti "Ora va, giovane creatura, va e fa fumetti". Come bambini la vigilia di Natale molti fumettisti si addormentano a fatica immaginando il giorno in cui saranno sufficientemente fighi da partecipare a un concorso come si deve. Ma quest'anno ho deciso di non aspettare più. Ho 19 anni ormai e ho capito che Babbo Natale non sarebbe arrivato quest'anno.
  Dovevo andare io a prenderlo.

  In pratica è partito tutto col provare a partecipare al Project Contest di Lucca Comics & Games 2012. Mi ci sono scassato sopra per un po'... ma ne è valsa la pena cavolo! Da disegnatore come millemila altri ero passato a disegnatore come... mmh... un po' di meno di millemila! Cioè, insomma, tra i primi 15 in tutta Italia! è un riconoscimento cavolo! E mi sono fermato ai primi 15, non una menzione, non un premio... ma ho vinto. Ho parlato con degli editori: non con dei vicini di casa o dei parenti. Persone che hanno letto tonnellate di fumetti per lavoro e che non mi avevano mai visto prima in tutta la loro vita... mi hanno fatto dei complimenti sinceri e tante sane critiche. Mi hanno detto che devo mettere su un po' di muscoli delle braccia e proporre più lavoro effettivo e meno progettuale... ma ciò non mi spaventa per niente. è stata una grande soddisfazione per me discutere per quei pochi minuti con figure così professionali.

  Comunque alla fine ho cavalcato l'onda. Dal Project Contest all'Area Pro dove ho avuto altre grandissime soddisfazioni. Ho disegnato allo stand Faith Empire al padiglione Games (i disegni qui attorno ;) ) e mi sono proposto a una casa editrice di giochi da tavolo. Senza contare i tanti autori di fumetti con cui ho potuto parlare e i grandi fumetti che sono riuscito a rintracciare nella grande Lucca. Una soddisfazione dietro l'altra, una vittoria dopo l'altra. SFONDO I CIELI CON LA MIA TRIVELLA!

  Tutto questo solo per dire a tutte le persone che leggono questo blog e che magari vogliono fare fumetti... PROVATECI. Sempre. Sentite qualsiasi autore di fumetti. Vi parlerà di porte e porte in faccia. Porte che si è dovuti spesso sfondare... Ma non pensate che queste limitazioni e intoppi gli si siano andati a sbattere contro o che le abbia incontrate tutte quando ormai era un professionista. Lo sbattere e l'inciampare bisogna farlo il prima possibile... quando ancora si hanno le ossa morbide e si riparano in fretta! Io sono ancora meno di un esordiente e dovrei starmene zitto in un angolino... ma cavolo ora sono caldo come un boiler! Sono coinvolto in un paio di progetti e ho la conferma di essere comunque sufficientemente bravo da poter continuare e non dovermi dare all'ippica!
  Provateci! Provateci tanto e date il meglio perché in questo campo il meglio è premiato, sempre. E non credete a quelli che dicono "Ah, l'editor non capisce la mia arte" oppure "Ah! Quell'editor proprio non ha gusto in fatto di fumetti" perché  sono tutte cretinate. è il loro mestiere conoscere fumetti (e non solo) ed è il loro mestiere scovare fumettisti. Se darete il meglio loro lo sentiranno.
  Questo mondo... è meraviglioso e non si sarà mai pronti ad entrarci. L'unica soluzione è entrarci da impreparati.


P.S. Mi sa che la prossima volta scelgo una parola meno imbarazzante di Hoolabaloo.



lunedì 5 novembre 2012

Jackpot!

  Nel manga Bakuman si dice che il fumetto è come un gioco d'azzardo. Bene, se si mantiene questa idea, Lucca Comics & Games è il più grande Casinò d'Italia. Ogni stand è un po' una macchina di perdizione in cui si immettono soldi e si spera di ricevere il guadagno che cambierà la nostra vita per sempre.
  Credo di poter affermare, senza ombra di dubbio, di essere un giocatore davvero fortunato. In questo Lucca ho davvero conseguito tante vittorie. Ho puntato sui giochi giusti e ho saputo quando rilanciare o fermarmi.
  Ora sono appena tornato e sono sveglio solo per mantenere la mia grande promessa di postare su questo piccolo blogghettino ogni domenica (è già lunedì) ma presto spero di potervi descrivere meglio come è andata questo grande fine settimana.
  A prestissimo!

martedì 30 ottobre 2012

Secret word! - Ready for Lucca!

  La magica parola che vi consentirà di richiedere un meraviglioso (risa) e agognassimo (assai copiose risa) disegno a COLORI allo stand Faith Empire (all' Indipendence Bay) di Lucca Comics 2012 è...

Hullabaloo

  Inutilizzabile se non appositamente, ispirata ai Muse, insensata.
  Non potevo non sceglierla. Chissà quanti di voi mi dimostreranno di frequentare questo blog usandola come quelle stupende keyword per sbloccare gli easter egg nei videogame! Ora la smetto con i termini in inglese e vado a finire di chiudere la valigia. Spero di beccarvi o allo stand Faith Empire (dovrei esserci piuttosto spesso... ma non cercatemi mentre c'è una conferenza di Zerocalcare o di Takeshi Obata) o in giro per Lucca! Il mio faccione lo vedete un po' ovunque e se vedete una persona affascinante e di classe per strada sappiate che non sono io.
  E ora si parte! Verso l'infinito e oltre! Potere assoluto! Portfoli pronti! Programma organizzato! Nulla mi può fermare!
  SI PARTEEE!!!

lunedì 29 ottobre 2012

Bruce e Damian/Crazy Man- 2012 l'anno della Bestia

  Nessuna tregua! Nessuna pace! Non si rallenta! Sopra questo razzo non esistono freni e l'unico limite che lo può ostacolare è lo spazio assoluto!
  Sì, non sto dormendo da un po'. Quando non dormo mi vengono le manie di grandezza, alternate a manie di sconforto. Davvero fighissimo. Davvero tristissimo. Già.
 Subito dopo essere sceso da quel grande treno di conferenze che è stato il View mi sono fiondato su quello per Lucca (per una volta che si azzecca una coincidenza!). Dopo aver scoperto di essere tra i primi potevo anche starmene comodamente in panciolle ad aspettare che il tempo lentamente passasse per poi andare alla più grande fiera italiana del fumetto. Invece no.
  Sono arrivato tra i primi 15 aspiranti fumettisti d'Italia che hanno provato a partecipare al Project Contest. Non ho idea di quanti siano stati in totale... ma... è un segno! Se si ha la tavola da surf sotto i piedi e l'onda degli eventi ci si infila sotto non è più tempo di avere paura! Quindi Lucca, quest'anno, avrà il mio nome incollato da tutte le parti. Bang! Lo stand Faith Empire! I miei portfoli per l'area Pro e la selezione al Project Contest. Questo è il mio anno 0. Da qui costruisco la mia scalata al fumetto!
  2012 è ufficialmente l'anno della Bestia: Giorgio La Bestia Abou Mrad.
...
  Per fortuna ho scritto questo post in uno dei momenti di mania di grandezza... non sarebbe stato divertente se vi avessi fatto leggere di me che struscio la testa sulla scrivania perchè i portfoli non mi vengono come vorrei.

  Ma ora basta paturnie. Ecco due immagini rispettivamente dei due portfoli.


  Batman e Robin li ho realizzati con tecniche altamente tradizionali (anche se per la prima volta ho provato ad usare uno sketch digitale per organizzare gli spazi nell'immagine, ed è stata un'idea vincente). Il "Crazy Man" L'ho invece realizzato in maniera puramente digitale e dovrebbe essere una sorta di autoritratto... Lo so di non essere così figo, è per questo che si disegna.

  Ora vi lascio che devo finire mezza pagina di lettering prima di andare a nannina... MA PRIMA UNA SORPRESA!

Attenzione attenzione... Facciamo un piccolo gioco. Nei giorni da oggi all'inizio di Lucca io pubblicherò un post contenente una parola chiave. Chi mi troverà allo stand di Faith Empire intento a disegnare, dicendomi questa "password", si avvalerà del diritto di avere un disegno a colori (e non in bianco e nero come tutti gli altri) firmato da me. Sarà quindi bene per voi rimanere collegati più spesso a questo piccolo blog per ottenere sicuramente la parola chiave nascosta!
So...
Stay tuned!

domenica 21 ottobre 2012

Sei sei sei Nerd-Zombie - Uno di 15

Jump, jump, jump, jump, jump, jump.
  Dopo essere tornato dall'ultimo giorno di View (una ficata pazzesca, devo scriverci un post a riguardo) mi sono catapultato su internet a controllare i risultati. Apro la mail... e niente. Il cervello corre a mille. E quindi? E allora? E se? E ma? Dita veloci sulla tastiera, click rapidi del mouse. Sito di Lucca Comics & Games. LO VEDO! I finalisti del Project Contest! Vado! Lo scorro tutto. Ognuno dei nomi che leggevo era una possibilità in meno di essere nella ristretta cerchia di quei fighi spaziali che hanno passato le finali del concorso. Segnato per ottavo, un disegno familiare.
  Di li in poi ricordo solo salti. Non urla, solo... salti. Come un ranocchione gigante per tutta la camera.
Sei sei sei Nerd-Zombie di Giorgio Abou Mrad (non "Mirad" come hanno scritto ç_ç) ha passato le finali! Che traguardo. Che gran cosa. Mi sento davvero forte. E così si attacca Lucca su 4 fronti!

•Project Contest;
•Disegnerò allo stand Faith Empire;
•Mi proporrò agli editor con un portfolio fighissimo;

  Il problema sarà organizzare questo portfolio... Il tempo scorre e devo lavorare!
  Visto che dovete venire a Lucca e passare un po' di tempo a guardare i miei elaborati non vi posterò tutto qui sul blog... ma solo un assaggino ;) Stay Tuned!

Sinossi:
  Copertine Variant! Edizioni limitate Gold e Platinum! Ristampe deluxe con copertina rigida! Vere e proprie tentazioni per i lettori di fumetti. Quale delle due versioni acquistare? La più economica o la più preziosa? E cosa succederebbe se un malvagio demone, proprietario di una fumetteria, utilizzasse queste "tentazioni" per tramutare i suoi clienti in Nerd-Zombie?




domenica 14 ottobre 2012

Ba-Bang! - Coerenza e regolarità


  Basta, da oggi prendo l'impegno di postare su questo blog la domenica di ogni settimana. Troppo facile postare a muzzo. Nella mia opera di regolarizzazione dei tempi questo è uno dei punti fondamentali.
  Ogni domenica il vostro Giorgio preferito cercherà di offrirvi bei disegni realizzati durante tutta la settimana. In questa maniera: ogni post conterrà più disegni favorendo la loro visualizzazione (uno per post secondo me annoiavano), lavorerò di più durante la settimana per offrirvi sempre un buon motivo per dare un occhiatina a questo blog (io ci penso tanto a voi <3 ) e non ozierei su internet per sette giorni consecutivi a scervellarmi su come far salire le visualizzazioni giornaliere di questo mio piccolo spazio sull'etere (ve l'ho detto che vi penso tanto <3 <3 <3)
  Oggi è stata proprio una settimana artisticamente produttiva: molti disegni, nuovi sketch, bei progetti e intense chiacchierate.
  Ma pensiamo ai disegni prima di tutto! Oltre ad aver finito un lavoro davvero noioso (che mi trascinavo dietro da mesi) ho concluso l'elaborato per partecipare al Bang! Birthday Contest. Scopro sempre più amici entrati in contatto con questo gioco, uno più entusiasta dell'altro. Proprio nell'informarmi su Bang! mi sono imbattuto nel concorso. Se già l'idea di disegnare personaggi in stile "Old Wild West" mi gasava parecchio, l'idea di essere esposto a Lucca mi ha convinto a partecipare. Attaccare Lucca Comics su due fronti: da un lato con il Project Contest (per il quale controllo la mia casella e-mail ogni 20 minuti sperando in una risposta) e dall'altro con questo. Occasione inperdibile! Insieme a un amico, giocatore accanito, abbiamo preparato un personaggio per il concorso. Visto che un po' tutti i personaggi di Bang! sono ispirati a i protagonisti dell'immaginario Western abbiamo deciso di ispirarci per la nostra carta al Generale George Custer. Ribattezzato "George Faster"ha la caratteristica di velocizzare il gioco (siamo proprio dei mattacchioni con i giochi di parole!). Ecco un primo studio del personaggio (realizzato in treno).
  Ben visualizzato nella testa, ho deciso di concentrarmi su un bel primo piano a effetto in formato quadrato. Ho cercato di mantenere uno stile grezzo utilizzando solo matite in modo da mantenere l'impronta delle illustrazioni del gioco. Un po' per divertimento, un po' per il mio stile, ho deciso di rendere la faccia del nostro generale un po' "deformed" rispetto agli altri disegni delle carte. Dopo aver aggiunto delle stelle al cappello del militare e avergli spiritato un po' gli occhi (era un tipetto piuttosto schizzato Custer) il disegno finale è diventato questo qui sotto.
Dopo l'aggiunta di un paio di effetti e di correzioni arriva l'illustrazione finale da aggiungere alla carta! Vi propongo la sua versione colorata, quella che ho utilizzato per riprodurre l'ipotetica carta stampata.

  Bene bene bene, chiuso il capitolo Bang!, passiamo ad altro.
  Se la prima settimana di Poli l'ho intensamente impiegata a iniziare bene l'anno questa seconda è stata proprio fumettistica. Per prima cosa ho scoperto che il nuovo fumettaro da cui mi rifornisco... è... affidabile *w* I fumetti arrivano alla velocità della luce e in una settimana mi sono riportato al pari con serie come Batman e Superman. Mi ero iniziato a perdere numeri su numeri durante quest'estate e giovedì li ho ripescati tutti... d'un botto... uno shock finanziario ma anche un grande godimento. Belle serie, belle sceneggiature, ottima roba, nutrimento per la mia mente (inoltre sto continuando a leggere a tutta velocità Naruto e sono all'inizio dello Shippuden... gran cosa). Poi ho passato una serata fumettisticamente intensa con Luca Baino. Ci siamo presi una birra e abbiamo discusso di lavoro, storie, progetti. Una chiacchierata stupenda come quelle che si possono fare solo con gente che ne sa. Ne sa davvero. Ieri mi sono visto Steamboy insieme alla mia ragazza e mi ha soddisfatto parecchio (un po' esasperante, ma è lo stile di Otomo). Oggi ho invece discusso intensivamente con un amico sulle potenzialità dei nuovi mezzi di comunicazione e il loro impiego davanti a una tazza di Earl Grey finissimo. Cavolo è stato proprio un week-end all'insegna dell'espressione artistica... e la settimana prossima non sarà da meno.
  Inizia infatti quella gran ficata che è il View Conference. Come ogni anno cercherò di farmi tutti e 4 i giorni in programmazione... o meglio 5! Domani c'è infatti un workshop tenuto da Roberto Recchioni sul fumetto... e non potevo perdermelo. Due ore intensive per imparare importanti segreti del mestiere da un bravo sceneggiatore italiano. Spero di imparare tanto da questa settimana di incontri e di trovare nuovi strumenti e ispirazioni per donarvi nuovo materiale. Queste conferenze sono piene di persone dalla grande passione e come per empatia non si può fare a meno di essere pervasi da una tale onda di forza. La settimana prossima spero di postarvi gran cose. Rimanete sintonizzati!
  Vi lascio con un piccolo sketch (sempre fatto sul treno) del vostro amichevole tessiragnatele di quartiere ;)

domenica 7 ottobre 2012

Deadpool - Il ritmo!


 Il ritmo, che bella cosa. Tutto è un ritmo. Uno scandire di tempo. Il ticchettare dell'orologio, il battito cardiaco, il camminare, il parlare, il muoversi, un treno che parte e uno che arriva, una lezione che inizia e una che finisce... Sono tutti fattori che compongono uno di quei ritmi africani che ti scuotono lo stomaco. Il problema è ballare a tempo.
  Se uno decide di studiare bene per l'università, di disegnare, di postare regolarmente sul suo blog, di vedere la ragazza, di sentire gli amici e di dormire... è difficile. Ma amo le sfide. Anche quelle di ballo. Sono solo in un breve momento di assestamento... Ma ce la posso fare. Ora sto iniziando bene l'università, tra poco inizierò ad aggiungere i disegni e poi tutto il resto. E a quel punto sarò un vero figo.
  Mi sono quindi preso come impegno quello di postare un bel Deadpool fresco fresco di photoshop. Durante l'estate ho perso 3 numeri della serie Deadpool ma venerdì sono riuscito a rintracciarli in una fumetteria di Torino. Carico di questa conquista (e interessato a testare l'utilità di un nuovo tutorial) ho disegnato questo personaggetto. La composizione è davvero STATICA. Ma non ci ho pensato un granché. Principalmente volevo testare una nuova tecnica di disegno. Oltre alla colorazione (appresa dal tutorial... una ficata) ho cercato di disegnare un po' più istintivamente del solito e applicare un tratteggio alla Renokid (Moreno Dinisio). Purtroppo però... l'impostazione trasmessami da Davide Furnò è troppo forte! All'ultimo, al posto di una tranquilla colorazione pittorica, è scattata la scintilla dello psycho collage! E VIA DI RETINI! COLORI PSICHEDELICI E CONTRASTANTI! VIA COSì! Più forte di me. Visto che su deviantArt avevo già messo l'immagine, solo per voi che mi seguite sul blog (<3) metto anche le fasi di lavorazione!
  Cercherò di essere più presente... e soprattutto regolare ^^ Abbiate fiducia. Devo solo sciogliermi e sarà il ritmo a guidarmi.