mercoledì 24 gennaio 2018

La Strega di Benevento!

Il primo disegno che vi ho mostrato quest'anno sui miei canali social è stata La Strega di Benevento. Volevo farne subito un post di making of ma tra una cosa e l'altra l'ho rimandato fino ad adesso! Ecco quindi tutte le fasi di produzione che da una bozza veloce portano a una streghetta indemoniata!
Bozza!
Perdonate le censure ma io prima disegno le cose zozze e poi me ne vergogno. Penso che magari renderò pubblica la mia streghetta con tutte le nudità al vento tipo sul mio profilo DeviantArt o in un post a parte su questo blog.
Comunque l'idea alla base di questa illustrazione era quella di esercitarmi con l'anatomia femminile. Messa la nostra modella in una posizione un po' intricata mi son detto "Cosa potrebbe fare questa signorina?" e la risposta mi è arrivata dagli stessi audiolibri che hanno ispirato il mio Harry Potter e il Boccino d'Oro.

Matite!
Ispirato dai maghetti della Rowling ho deciso di disegnare una strega volante. Attenzione però: non una dolce fattucchiera secchiona e benevola: no! Una bella strega indemoniata, una di quelle sensuali ma puramente malvage! Mi sono quindi ispirato a una strega della tradizione italiana: la terribile Strega di Benevento. La strega della leggenda usava un unguento per volare e non una scopa incantata... ma poco importa!

Chine!
Ho ripulito bene la line art dando particolare importanza all'anatomia e alle forme solide dei capelli. Disegnare il viso mi ha divertito profondamente: volevo che fosse sexy ma decisamente inquietante!


Dettagli!
Ragazzi, questo è il momento di un'inquietante verità che potrebbe sconvolgere molti di voi. Alle ragazze... crescono i peli. No davvero. Cioè, gli vengono dappertutto! Sotto le ascelle, sulle gambe... nei posti più impensabili!  Quindi se magari le principesse dello spazio possono permettersi una depilazione laser che le lasci la pelle liscia come la seta... una strega mediterranea no. Quindi oltre a spruzzi, pipistrelli e capelli scompigliati ho aggiunto in questa fase una fitta e spessa peluria.

Flat!
Alla fine sono rimasto ai flat perché non riuscivo a ottenere un buon risultato di chiaroscuro e avevo paura di imbruttire il disegno. Mi sono divertito molto a colorare gli occhi: come potrebbe averli una strega? Beh, iniettati di sangue e gialli come quelli di un gufo!
Tutti al mare!
La vera versione finale, quella che ho pubblicato ovunque, è stata censurata con un pratico bikini viola. Le sta proprio bene!
Spero che questo Making Of vi sia piaciuto e fatemi sapere se siete interessati alla versione uncensored che o ve la passo direttamente o vedo di pubblicarla e farmi passare le inquietudini da inquisizione spagnola!

Stateme bbene!

martedì 23 gennaio 2018

Harry Potter e il Boccino d'Oro GIF!

Come da tradizione ecco il making of della mia illustrazione su Harry Potter in versione animata!

Stateme bbene!

Harry Potter e il Boccino d'Oro

Ultimamente mi sto proprio appassionando ad ascoltare gli audiolibri di Harry Potter letti da Pannofino su Audible e volendo provare un paio di tecniche (un nuovo settaggio di pennelli e uno stile molto più "mangofilo" del solito) ho deciso di realizzare un rapido sketch a tema. Il problema è che mi sono preso talmente bene che lo sketch è finito per diventare un illustrazione a tutti gli effetti.
Ecco le fasi di produzione!

Bozza!
Volendomi allenare principalmente con le espressioni facciali ho deciso di fare un set di mezzibusti dei nostri tre maghetti preferiti. Volevo anche rappresentare quel senso di meraviglia che permea l'intera saga (specialmente i primi libri, dove tutto è nuovo) e ho deciso quindi di ritrarre i personaggi da bambini, alle prese con le prime magie. Ero però indeciso su cosa focalizzare l'attenzione dei personaggi: una bacchetta illuminata? La Pietra Filosofale? Il Mantello dell'Invisibilità? Alla fine ho deciso di rappresentare il Boccino d'Oro sia per la sua iconicità (è davvero bello) che per la mia affezione al Quidditch.

Matite!
Sono andato a definire maggiormente i volti dei personaggi e ho deciso di aggiungere gli occhi malvagi di Voldemort sullo sfondo (per dare drammaticità narrativa e equilibrio alla composizione) e Crosta sulla spalla di Ron (perché sì).

Chine!
Qui c'è stata la vera fase di sperimentazione: di solito tendo a usare tratti molto più spessi, opachi (diciamo "neri neri") e a non passare più volte sulla linea tracciata. Osservando i miei colleghi su internet però ho notato che spesso nelle illustrazioni più fighe è preferito un pennello meno opaco (leggermente trasparentino) che viene ripassato o tracciato velocemente a seconda dell'effetto ricercato. Ho inoltre cercato di esagerare lo scarto tra le linee interne e la linea tonale dei soggetti... ed è risultato proprio un bell'effetto! Ho fatto bene a sperimentare!


Mezzitoni!
Con lo stesso pennello dell'inchiostrazione ho annerito bene lo sfondo e i capelli di Harry (volevo gli incorniciassero bene il viso). Sono molto soddisfatto della solidità che sono riuscito a dare ai capelli usando poche pennellate: anche questo era parte dell'esperimento! Ho anche aggiunto dei tratteggi qua e là per aumentare l'effetto luminoso del Boccino.

Questa è forse la fase più magica perché usando solo una tonalità di grigio sono riuscito a dare al Boccino d'Oro tutta la luminosità che cercavo. Non voglio fare il finto modesto ma qui il pennello ha giocato un grande ruolo.

Effetti!
Ho illuminato maggiormente il centro del boccino e ho aggiunto qualche macchia chiara qua e là che mi piacciono sempre tanto e danno quel ché di "pulviscolo" che rende tutto più dinamico.

Finito!
Il grigio originale era per me fin troppo freddo e ho deciso di scaldarlo un pochettino dando questo leggero effetto seppia.

Sono molto soddisfatto di questa illustrazione e spero vi piaccia! Ora torno a lavoro che, certo, bello giocare e divertirsi ma forse dovrei risparmiarmi queste scappate artistiche quando ci sono dei committenti in attesa! Ouch!

Statemi bbene!

domenica 31 dicembre 2017

Goodbye 2017!


Era giusto salutare un anno così intenso. Il 2017 è stato un anno di vera crescita per me: professionale e umana. Ho viaggiato molto, ho disegnato su tanti progetti diversi, ho conosciuto molte persone strepitose e (last but not least) mi sono laureato.
Il 2018 sarà un anno molto impegnativo poiché sarà il mio primo da vero fumettista. Ho già in ballo parecchi bellissimi impegni da portare a termine quindi rimanete sintonizzati perché di carne al fuoco ce n'è.
Vi auguro tutto il meglio per questo 2018: passatelo a fare ciò che vi piace con le persone che vi piacciono. Io farò lo stesso!

Stateme bbene e ancora, buon anno!

domenica 3 dicembre 2017

sabato 17 giugno 2017

Spazio Fumetti - Biblioteca di Bra

La biblioteca di Bra ha da poco aperto un intera sezione dedicata al fumetto. Il vecchio mobiletto basso e stracolmo è stato sostituito da due belle librerie dove i volumi acquistano tutta un'altra presenza scenica!
Per decorare una parete libera di questo piccolo "Comic Corner" mi volevano commissionare un murales ma non essendo troppo ferrato in quel campo ho proposto un bel poster! Avute le dimensioni da occupare non avevo nessuna limitazione se non il tema: i fumetti! Mi sono divertito moltissimo a realizzare questo poster e sono sicuro lo noterete da ogni fase di lavorazione!


Idea!
L'idea era subito chiara nella mia testa: una persona prende un libro dallo scaffale della biblioteca, lo apre e scopre un mondo che prima non si sarebbe immaginato che lo coinvolge e lo assorbe. Traducendo semplicemente questa idea in disegni è apparso il nostro fumetto esplosivo... ma qualcosa non andava.


Bozza!
Basta ragazzetti brufolosi a leggere fumetti, basta rappresentare gli stessi stereotipi che non hanno più niente a che vedere con la realtà. Volevo ritrarre quel pubblico che non viene mai rappresentato: le ragazze. E non parlo della ragazza "nerd" con la maglietta di Batman, no, una ragazza qualunque. Vorrei che i fumetti non fossero più percepiti come passatempo proprio di una nicchia, un universo nel quale, se non si entra dalla nascita o tramite chissà quale rito, non si potrà mai navigare. Se tutti possono leggere fumetti è giusto iniziare a scardinare gli stereotipi che ci portiamo dietro dagli anni quaranta. Lo so che il mio non è un gesto rivoluzionario... ma nel mio piccolo sento di aver fatto qualcosa di buono. L'occasione di disegnare un poster esposto in una biblioteca mi ha dato l'opportunità di lanciare un piccolo messaggio a tutte quelle persone che leggono fumetti o sarebbero interessate a farlo ma non sono mai state rappresentate: "Lo so che ci siete, continuate così, perché questi libri sono rivolti a voi."
Ohi raga, io me li faccio davvero questi viaggioni quando disegno eh... Ma mo' mi do una calmata.

Matite!
Outfit estivo! Ringrazio inoltre la mia ragazza che mi ha dato dei riferimenti per vestire questa lettrice un po' alla moda e quindi giù di choker!

Inchiostrazione!
Clip Studio Paint mi rende sempre più facile/piacevole inchiostrare.  Easter Egg: nella copertina del fumetto Best Regular Adventures (B.R.A. ... sono un tipetto simpatico!) ci sono io in biblioteca! Nel mondo dei fumetti la nostra realtà è la vera avventura! (Il fatto che io abbia scritto "Liibrary" è passato inosservato ad almeno cinque persone prima della stampa quindi passerà inosservato anche a voi).

Grafica!
Questa è stata una parte impegnativa ma divertente: ho ricreato la griglia di una tavola sullo sfondo e un mare di balloon ad esplodere fuori dal fumetto. Nella ricerca dei font e la sperimentazione degli strumenti di lettering di Clip ho messo in gioco tutta la mia creatività!

Flat!
Nella divisione in selezioni avevo provato a creare un forte distinguo tra ciò che era fumettistico (giallo-arancio) e ciò che era reale (viola). Per fortuna dopo mi sono lanciato su qualcosa di più vario dove la differenza fumetto/realtà resta ma con la suddivisione tra colori primari (quindi giallo, ciano/blu, magenta/rosso ecc.) e secondari (violetto, lilla, marrone ecc.).

Colorazione!
Andiamo per punti.
1) Colorare alcuni bordi (quelli che avevo già disegnato su livelli separati).

2) Ombre (sul blu/violetto per dare alla luce una caratteristica ancora più gialla).

3) Luci!

4) Colorare il resto delle chine (cosa che di solito non facevo e che qua mi ha dato grandissime soddisfazioni!)

Effetti e dettagli!
Ho aggiunto un po' di effetti cinetici sullo sfondo e apportato le ultime correzioni.

Risultato finale!
Ho concluso tutto con qualche effetto speciale e macchie qua e là per rendere la scena ancora più esplosiva!


Alla biblioteca di Bra ho speso tantissimi bei momenti e buona parte della mia cultura fumettistica di base si è formata tra quelle mura. Watchmen, Daredevil The Man Without Fear, Batman The Killing Joke, La Morte di Superman, Marvels, Kingdom Come sono solo alcuni dei libri che ho avuto l'opportunità di leggere grazie alla biblioteca di Bra e poter firmare questa illustrazione significa molto per me. Passatela a vedere perché è anche stampata molto bene!
Stateme bbene ragazzi!